Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Confindustria Veneto Est, 1 impresa su 3, cambio fornitore strategico

colonna Sinistra
Mercoledì 25 gennaio 2023 - 17:27

Confindustria Veneto Est, 1 impresa su 3, cambio fornitore strategico

Negli ultimi 2 anni

Padova, 25 gen. (askanews) – La pandemia prima e l’invasione russa dell’Ucraina, hanno accelerato le dinamiche di cambiamento delle catene globali del valore (CGV) e la regionalizzazione delle reti internazionali di fornitura. Negli ultimi due anni, più di un’impresa manifatturiera su tre del Veneto Est (34,7%) ha cambiato almeno un fornitore strategico. Tra queste, il 58,1% ha optato per nuovi fornitori strategici più vicini, in Italia, il 16,4% ha scelto fornitori più vicini, ma fuori dall’Italia (Paesi Ue, in prevalenza). Un reshoring delle proprie forniture che va verso la scelta di fornitori più vicini e riguarda nel complesso il 26% delle imprese. La principale motivazione è proprio la disponibilità di fornitori idonei in Italia (43,8%), seguono la convenienza in termini di prezzo, la riduzione dei rischi di approvvigionamento e la qualità del bene e del servizio offerto. Nello stesso periodo, quasi due imprese su tre (65,8% che arriva al 81,2% tra quelle con più di 250 addetti) hanno aumentato le scorte di magazzino come forma di “assicurazione” contro i rischi di interruzioni negli approvvigionamenti. Un cambiamento, “dal just-in-time al just-in-case”, che privilegia la sicurezza della fornitura.


Questi i principali risultati emersi dalla seconda edizione dell’Osservatorio Export dedicato a “La riorganizzazione internazionale delle reti di fornitura tra reshoring e friendshoring”, realizzato da Confindustria Veneto Est (CVE), in collaborazione con SACE e Fondazione Nord Est, su un campione di 657 imprese manifatturiere associate delle province di Padova, Treviso, Venezia e Rovigo che rappresentano quasi la metà dell’export veneto (32,7 miliardi di euro nel 2021). L’Osservatorio è stato presentato oggi a Palazzo Giacomelli a Treviso. Sono intervenuti il Consigliere Delegato di Confindustria Veneto Est per l’Internazionalizzazione Alessandra Polin, la Vicepresidente CVE Gigliola Arreghini, il Responsabile Scenari Economici Ufficio Studi SACE Ivano Gioia, il ricercatore Senior Fondazione Nord Est Gianluca Toschi, il Cfo Maschio Gaspardo S.p.A. Davide Frizzarin, il Presidente Sirio Srl Paolo Zago, Alessandra Cibin Ufficio Commerciale Export Winform Medical Engineering Srl.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su