Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Brennero, Anita contro ipotesi sistema “a slot” su traffico merci

colonna Sinistra
Giovedì 22 dicembre 2022 - 16:06

Brennero, Anita contro ipotesi sistema “a slot” su traffico merci

Secondo l'associazione è irrealizzabile

Roma, 22 dic. (askanews) – L’Assocazione nazionale imprese trasporti automobilistici critica l’ipotesi di un “sistema a slot” per il transito dei veicoli commerciali sulla A22 e il valico del Brennero, giundicandola irrealizzabile.


Questa mattina la Provincia autonoma di Bolzano ha presentato uno studio relativo ad un sistema digitale per un Corridoio del Brennero autostradale prenotabile. I problemi maggiori sull’asse stradale del Brennero si verificano quotidianamente durante le ore di punta, rileva l’Anica con un comunicato, quando il traffico commerciale si somma al traffico privato.



Il traffico dei veicoli pesanti è essenziale, nonché strategico, per l’import ed export del nostro Paese verso l’Europa e non può essere considerato di minor importanza rispetto alle autovetture. Anita, si legge, ritiene che l’idea sia tecnicamente irrealizzabile in quanto in contrasto con i principi europei e propone delle misure urgenti da attuare, che assicurino la libera circolazione delle merci e il corretto funzionamento del mercato interno.


D’altra parte, non è accettabile che dallo studio sul “sistema a slot” venga escluso il traffico privato, se si considera che il tutto è giustificato per garantire la fluidità del traffico e la sicurezza autostradale. “È necessaria una revoca del divieto di circolazione notturna e del doppio pedaggio notturno sul versante tirolese. Questa soluzione determinerebbe infatti una maggiore fluidità del traffico ed eviterebbe picchi nelle ore mattutine coincidenti con il traffico dei pendolari. Di conseguenza, potrebbe essere eliminato il sistema di dosaggio attualmente applicato a Kufstein che, oltre ai problemi relativi alla sicurezza in autostrada sulla tratta Rosenhein/Kufsten, è dannoso in quanto produce ingorghi chilometrici, traffico stop-and-go e quindi maggiore inquinamento ambientale” ha dichiarato il Presidente Thomas Baumgartner.



Inoltre, propone una modifica relativa ai pedaggi delle autovetture e dei veicoli pesanti, secondo cui nei periodi di punta il pedaggio viene incrementato, mentre nei periodi di minor traffico – come di notte – la tariffa diminuisce, cosa questa già consentita dalle vigenti norme Unionali.


Il presidente di Anita ha continuato sottolineando che “Il sistema di dosaggio può rappresentare, eventualmente, una misura di completamento, una volta implementate le precedenti misure. Del resto, il compito della politica è quello di consentire la mobilità dei cittadini e delle merci, non di limitarla. Infatti, grazie ad essa, vi sono sempre stati scambi culturali ed economici, i quali hanno aumentato il tenore di vita e consentito conquiste sociali delle persone”.



“Non escluderei in futuro – conclude il presidente Baumgartner – la necessità di costruire assi alternativi transalpini, penso ad esempio alla Ulm-Milano”.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su