Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Toscana, turismo ritorna quasi a livelli precedenti a pandemia

colonna Sinistra
Mercoledì 21 settembre 2022 - 12:07

Toscana, turismo ritorna quasi a livelli precedenti a pandemia

Estate 2022 inferiore solo del 4,8% a estate 2019

Toscana, turismo ritorna quasi a livelli precedenti a pandemia
Firenze, 21 set. (askanews) – Estate 2022: il turismo in Toscana si riavvicina ai livelli pre-pandemia con stime decisamente superiori alle previsioni di inizio stagione. Si consolida la crescita della domanda italiana, ad eccezione della costa; ottime performance delle città d’arte; importante recupero della domanda straniera dopo i due anni caratterizzati dalla pandemia. I numeri non sono ancora quelli dell’estate 2019, ma si avvicinano: -4,8%. Buone le previsioni anche per settembre. Sono i punti chiave che emergono dall’indagine di Toscana Promozione Turistica, realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, su un campione 504 imprenditori della ricettività.


La Toscana, dopo l’estate 2021 della ‘ripartenza’ dei mercati, sta tornando gradualmente ai grandi numeri del 2019. Si è consolidata la crescita della domanda italiana, ad eccezione della leggera leggera flessione della costa. Ma il dato che filtra dall’indagine riguarda l’importante recupero della domanda straniera: dopo i due anni di pandemia dovrebbe nuovamente superare il 40% della quota di mercato.



Non nasconde ottimismo e soddisfazione l’assessore all’economia e al turismo, Leonardo Marras, malgrado le difficoltà evidenziate dal comparto e le incognite derivanti dall’aumento indiscriminato dei prezzi a partire dall’energia, dal clima di incertezza e insicurezza economica e, fattore da non sottovalutare, dalla ripresa dell’inflazione con riflessi sui redditi reali delle famiglie. La Toscana, sottolinea l’assessore, si conferma meta ideale e punto di attrazione soprattutto per i visitatori provenienti dall’estero: un risultato reso possibile grazie al grande impegno degli operatori sul territorio e dal lavoro di promozione condiviso con gli ambiti turistici per creare un’offerta sempre più ricca, variegata ed accattivante.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su