Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ferrari: utile II trim 251 mln (+22%), visti al rialzo target 2022

colonna Sinistra
Martedì 2 agosto 2022 - 13:39

Ferrari: utile II trim 251 mln (+22%), visti al rialzo target 2022

Vigna: "Record nel trimestre per risultati e presa ordini"

Ferrari: utile II trim 251 mln (+22%), visti al rialzo target 2022
Milano, 2 ago. (askanews) – Risultati record nel secondo trimestre per Ferrari che rivede al rialzo le stime 2022. L’utile netto si attesta a 251 milioni di euro (+22% a/a) pari a un utile diluito per azione di 1,36 euro. Le consegne totali sono pari a 3.455 unità, in aumento del 28,7% rispetto al secondo trimestre 2021, mentre i ricavi netti si attestano a 1,291 miliardi (+24,9%).


L’Ebitda raggiunge quota 446 milioni (+15,5%), pari a un margine del 34,6%, l’Ebit è di 323 milioni (+17,8%) pari a un margine del 17,8% “in linea con gli obiettivi per l’anno”. La generazione di free cash flow industriale è pari a 79 milioni di euro: il “miglior secondo trimestre di sempre” in termini di performance operativa prima delle imposte.



“Ferrari prosegue una fase di forte crescita, con risultati trimestrali record in termini di ricavi, Ebitda e Ebit. La qualità dei primi sei mesi e la robustezza del nostro business ci permettono di rivedere al rialzo la guidance per il 2022 su tutte le metriche. Anche la presa ordini netta ha raggiunto un nuovo livello record nel trimestre – ha dichiarato Benedetto Vigna, Amministratore Delegato di Ferrari -. Lo scorso trimestre resterà memorabile anche per i momenti unici vissuti nel corso delle celebrazioni del nostro 75° anniversario e durante le Cavalcade, che hanno innalzato a nuovi livelli le esperienze offerte ai nostri clienti per condividere la passione e lo spirito della Ferrari mentre continuiamo a spingerci oltre i nostri limiti”.


Sul fronte della guidance per l’anno i ricavi netti sono visti in crescita del 4,9 miliardi (da 4,8 mld), l’Ebitda adj fra 1,7 e 1,73 mld (da 1,65-1,7 mld) pari a un margine superiore al 35%, Ebit adj fra 1,15-1,18 mld (da 1,1-1,15 mld) pari a un margine superiore al 23,5%. L’utile diluito per azione è atteso a 4,8-4,9 euro (da 4,55-4,75).



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su