Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • EssiLux con PoliMi per centro ricerca occhiali smart, 50 mln investimento

colonna Sinistra
Martedì 19 luglio 2022 - 11:41

EssiLux con PoliMi per centro ricerca occhiali smart, 50 mln investimento

Sorgerà all'interno del Parco dei Gasometri in Bovisa a Milano

EssiLux con PoliMi per centro ricerca occhiali smart, 50 mln investimento
Milano, 19 lug. (askanews) – Un centro di ricerca congiunto per progettare gli occhiali intelligenti del futuro. E’ questo il frutto della collaborazione tra EssilorLuxottica e il Politecnico di Milano che insieme danno vita al primo EssilorLuxottica Smart Eyewear Lab, che sorgerà al Parco dei Gasometri, in Bovisa a Milano, grazie a un investimento di oltre 50 milioni di euro.


L’accordo è stato presentato oggi alla presenza del ministro per l’innovazione tecnologica, Vittorio Colao, del rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, e del presidente e amministratore delegato di EssilorLuxottica, Francesco Milleri oltre al sindaco, Giuseppe Sala e all’assessore regionale all’Istruzione Fabrizio Sala.



Il progetto, spiega una nota, abbraccia ricerca industriale e sviluppo sperimentale di dispositivi alla base di una nuova generazione di wearable in grado di connettersi alla rete in modo completamente autonomo. Un progetto che permetterà di sviluppare tecnologie e servizi utilizzando un’interfaccia di uso comune come gli occhiali.


L’EssilorLuxottica Smart Eyewear Lab avrà una durata iniziale di cinque anni e impiegherà a regime oltre 100 tra ricercatori e scienziati che lavoreranno a stretto contatto tra loro in uno spazio dedicato all’interno dell’Innovation district, che il Politecnico di Milano sta sviluppando nel Parco dei Gasometri, nell’area di Bovisa a Milano.



Il progetto definirà le tecnologie di base dal punto di vista hardware, software e di applicazione per permettere all’uomo di interagire con il mondo digitale. Per fare questo, le attività di ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale del centro di ricerca saranno divise in cinque macro-obiettivi. I primi obiettivi riguardano lo studio e lo sviluppo di componenti elettronici, fotonici e di algoritmi che permettano di acquisire, elaborare e presentare all’utente tutte le informazioni nel mondo reale attraverso la realtà aumentata. Lo sviluppo di queste tematiche hardware e software permetterà negli ultimi due obiettivi di integrare la tecnologia all’interno di vari prototipi di occhiali, tramite lo sviluppo di materiali, sistemi di ricarica e algoritmi per validarne le prestazioni in ambienti reali.


Il nuovo polo di Milano lavorerà in rete con una struttura di ricerca e sviluppo del gruppo già attiva e diffusa in tutto il mondo, che conta più di 30 centri ricerca e sviluppo dedicati a vision care, eyewear design, sostenibilità e trasformazione digitale, circa mille ricercatori e più di 11.000 brevetti.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su