Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Camera Nazionale della Moda: Carlo Capasa rieletto presidente

colonna Sinistra
Giovedì 30 giugno 2022 - 16:17

Camera Nazionale della Moda: Carlo Capasa rieletto presidente

Assemblea soci ha eletto il nuovo consiglio direttivo per il biennio

Camera Nazionale della Moda: Carlo Capasa rieletto presidente
Milano, 30 giu. (askanews) – L’assemblea dei soci della Camera Nazionale della moda (CNMI) ha eletto il nuovo consiglio direttivo per il biennio 2022-2024. Carlo Capasa è stato rieletto per acclamazione presidente e consigliere delegato.


I consiglieri nominati per acclamazione sono: Patrizio Bertelli (Prada), Marco bizzarri (Guccio Gucci), Serge Brunschwig (Fendi), Carlo Capasa (Camera nazionale della moda italiana), Alfonso Dolce (Dolce&Gabbana), Fabrizio Cardinali (Etro), Marco Gobbetti (Salvatore Ferragamo), Massimo Ferretti (Aeffe), Luigi Maramotti (Max Mara), Angela Missoni (Missoni), Renzo rosso (OTB), Remo Ruffini (Moncler), Carla Sozzani (10cc global shop), Jacopo Venturini (Valentino), Ermenegildo Zegna (Ez Service). Al Consiglio, si aggiunge il presidente onorario Mario Boselli.



“Gli ultimi due anni sono stati particolarmente sfidanti per il nostro settore – ha detto Capasa -, e sono fiero di dire che non ho mai visto così tanta comunione di intenti, collaborazione e sinergia nella nostra associazione. Abbiamo cercato con costanza e determinazione di affrontare le sfide che ci si sono poste di fronte, trovando soluzioni efficaci e rispondendo con creatività e energia. L’obiettivo per i prossimi due anni è di continuare ad essere competitivi e incisivi, uniti e collaborativi nel raggiungimento degli scopi dell’associazione, che continuano ad essere dettati da esigenze concrete che si profilano sul mercato e nel contesto culturale in cui operiamo”.


Per CNMI in questi anni si è operato per approfondire e far evolvere il lavoro sviluppato intorno ai pillar indicati dall’associazione nel proprio plan strategico: sostenibilità ambientale e sociale, inclusione, digitalizzazione, formazione e promozione dei nuovi brand, rapporti istituzionali e narrazione oltre che ovviamente l’organizzazione delle settimane della moda.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su