Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Startup, InnovUp: 70% fattura meno di 100mila euro, ma 68% ottimista

colonna Sinistra
Martedì 14 giugno 2022 - 16:31

Startup, InnovUp: 70% fattura meno di 100mila euro, ma 68% ottimista

Angelillo: serve passo decisivo, far diventare sistema centrale

Startup, InnovUp: 70% fattura meno di 100mila euro, ma 68% ottimista
Milano, 14 giu. (askanews) – I due anni di pandemia hanno trasformato il panorama delle startup italiane. Il 2021 ha evidenziato un calo i fatturati medi e uno spostamento dal B2B al B2C, ma per la maggior parte delle nuove realtà imprenditoriali il 2022 è l’anno della ripresa. E’ quanto emerge dalle ricerche presentate da InnovUp, Camera di Commercio di Milano, Monza Lodi e Brianza e Associazione Startup Turismo.


L’81,4% delle startup intervistate si colloca tra la fase di pre seed e post seed, con il 70,9% delle aziende che segnala ricavi inferiori ai 100mila euro nell’ultimo esercizio. La pandemia ha modificato le tempistiche di sviluppo e oggi con il Covid-19 che sembra più distante il 68% delle startup è ottimista per il futuro: si prevede di chiudere l’anno con il fatturato in crescita tra il 5% e il 18%, per poi balzare del 50% nel prossimo bilancio.



La criticità maggiore riguarda l’accesso al credito, mentre esiste una maggiore propensione in ambito di capitale raccolto da parte dei finanziatori (Equity). Su questo tema, l’aspetto nettamente più complesso si riscontra nell’incontro di investitori realmente interessanti (60,2%), seguito dalla fatica a finalizzare l’investimento (30,5%) e dal concordare sulla valutazione della startup o sulla percentuale di partecipazione del capitale del nuovo investitore (25,6%). Difficoltà anche dal concordare sulla governance societaria all’ingresso del nuovo socio (13,4%).


“I dati ci mostrano come le nuove imprese siano riuscite a cogliere gli impatti positivi dei cambiamenti determinati dalla crisi post Covid, rispondendo in modo rapido e resiliente alla situazione, dando risposte nuove ai bisogni emersi e riorganizzandosi al proprio interno”, ha detto Alvise Biffi membro di Giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.



“Nonostante la pandemia – ha aggiunto Cristina Angelillo, Presidente di InnovUp – l’ecosistema startup italiano non ha smesso di crescere e ha compiuto un ennesimo salto di qualità”. Ora serve “aiutare l’ecosistema a fare l’ultimo passo decisivo, ovvero diventare un elemento centrale nello sviluppo del sistema-Paese nel suo complesso. È necessario inoltre che lo Stato si dimostri più coraggioso nelle misure di agevolazione alle startup”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su