Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Centinaio: subito a lavoro su misure urgenti per emergenza cereali

colonna Sinistra
Giovedì 10 marzo 2022 - 18:07

Centinaio: subito a lavoro su misure urgenti per emergenza cereali

Poi programmazione a medio e lungo termine per filiere

Centinaio: subito a lavoro su misure urgenti per emergenza cereali
Roma, 10 mar. (askanews) – Rinviare l’adozione della Politica agricola comune, rivedere la strategia Farm to fork, migliorare i siti di stoccaggio, potenziare i contratti di filiera. Sono alcune delle richieste esaminate nel corso dei lavori del tavolo sui cereali che si è tenuto al Mipaaf, convocato per individuare risposte tempestive davanti all’emergenza causata dalla guerra in Ucraina, che si è aggiunta alle criticità che il settore stava già affrontando quali il caro energia e l’aumento del costo delle materie prime.


“La filiera, nelle sue diverse componenti, oggi ha dato un’importante prova di unità dimostrando di voler lavorare tutti insieme su soluzioni concrete e proposte che permettano di affrontare quelle che sono le criticità più urgenti. Porterò all’attenzione del ministro Patuanelli quanto emerso durante questo confronto, così da poter partire già la settimana prossima con un tavolo tecnico”, ha detto il sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, Gian Marco Centinaio.



Ai lavori del tavolo ha assistito anche il vicedirettore generale della Fao, Maurizio Martina. Presenti i rappresentanti dell’intera filiera, dalle organizzazioni agricole ai produttori di alimenti zootecnici e dei seminativi, dall’industria molitoria ai panificatori alla Gdo.


È stata ribadita l’importanza di un’adeguata produzione del grano così come di sementi quali girasole, mais e soia. Molte le voci critiche nei confronti delle misure decise unilateralmente dall’Ungheria, così come da altri paesi. “Chiederemo all’Unione europea di sbloccare un milione di ettari dal Fondo di rotazione per salvare il salvabile. C’è bisogno di agire sull’immediato ma anche di poter fare una programmazione a medio e a lungo termine per far sì che filiere come quella del grano o del mais a cui in questi anni non è stata data giusta rilevanza – ha ricordato Centinaio – possano ritornare a esser prioritarie perché come hanno dimostrato le ultime due settimane sono fondamentali per il nostro paese, che deve poter essere proprietario della sua produzione”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su