Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fmi: “Gli obiettivi di Bilancio siano politicamente realistici”

colonna Sinistra
Mercoledì 13 ottobre 2021 - 14:15

Fmi: “Gli obiettivi di Bilancio siano politicamente realistici”

Istituzione indica la ricetta sulle riforme delle politiche fiscali

Fmi: “Gli obiettivi di Bilancio siano politicamente realistici”
Roma, 13 ott. (askanews) – “Sostenibilità, semplicità e stabilizzazione”. E’ la ricetta che il vice direttore del dipartimento politiche di bilancio del Fondo monetario internazionale, Paolo Mauro ha indicato a chi gli chiedeva cosa consigliasse ai paesi che intendono effettuare una riforma dei loro sistemi di Bilancio e di tassazione.


“Quando i paesi progettano e comunicano i loro sistemi fiscali al pubblico e agli investitori, sarebbe opportuno attenersi a tre principi: sostenibilità, semplicità e stabilizzazione”, ha detto durante la conferenza stampa di presentazione del Fiscal Monitor, il rapporto sulle finanze pubbliche che il Fmi produce in occasione delle assemblee autunnali con la Banca Mondiale.



“Quando dico sostenibilità mi riferisco all’avere obiettivi di bilancio che non facciano crescere il debito per sempre, ma che siano economicamente e politicamente realistici”. Soprattutto, h insistito “che facciano in modo che il debito non cresca troppo”.


“Semplicità” significa indicare regole “che la gente possa capire. Ad esempio molti paesi europei hanno scelto di attenersi al limite del 3% sul deficit-Pil: questo è il genere di cosa che si capisce. La cosa più complicata è la stabilizzazione. Ad esempio quando sei in recessione devi poter consentire al debito di aumentare leggermente, come è accaduto in Europa” con la clausola generale di sospensione del Patto di stabilità. “Specularmente, nei periodi positivi dell’economia è importante risparmiare un po’ di più”, ha concluso Mauro.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su