Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Moda, Assomoda: con pandemia grave emoraggia fatturato agenti

colonna Sinistra
Mercoledì 14 luglio 2021 - 16:59

Moda, Assomoda: con pandemia grave emoraggia fatturato agenti

Al Tavolo Mise consegnate richieste specifiche associazione

Milano, 14 lug. (askanews) – Con il presidente Maurizio Governa e il consigliere Antonio Papa, Assomoda (l’Associazione italiana degli agenti e distributori della moda e dello sport aderente a Confcommercio) ha partecipato al “Tavolo della Moda” convocato dal ministero dello Sviluppo Economico in qualità di unica rappresentante degli agenti di moda.


Nel suo intervento, riferisce un comunicato, il presidente Governa ha evidenziato il valore aggiunto degli agenti di moda: nella filiera della moda e per l’economia. E ha sottolineato come gli agenti di moda siano “imprenditori che, per operare, hanno la necessità di importanti investimenti: dalla vettura allo show room; dai campionari, quasi sempre da acquistare, a strumenti informatici ormai indispensabili per l’attività. Costi rilevanti compensati da entrate provvigionali che, però, vengono riconosciute solo dopo che gli ordini sono stati consegnati e dopo che i clienti hanno pagato. Quindi, circa a distanza di quasi un anno”.



Al viceministro Gilberto Pichetto Fratin Governa ha anche ricordato la “grave emorragia” che la categoria ha subito per la pandemia con un calo di fatturato provvigionale del 25% e una chiusura dell’11%, a livello nazionale, degli showroom di moda. Considerando che l’imprenditoria italiana è rappresentata per il 98% da aziende sotto i 20 addetti, la figura degli agenti – rimarca Assomoda – diventa “sempre più importante perché l’agente grava all’azienda solo se vende e se il cliente paga. Un apporto indispensabile per le piccole medie imprese che hanno bisogno di sviluppare la distribuzione dei prodotti/collezioni”.


Al “Tavolo della Moda” il presidente Governa ha anche rilevato “l’importanza dei sostegni, ma soprattutto la necessità di una maggiore considerazione della categoria, talvolta trascurata dalle Istituzioni”.



Alla Segreteria del Ministero dello Sviluppo Economico i rappresentanti di Assomoda, al termine dei lavori, hanno consegnato un documento con le richieste specifiche dell’Associazione.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su