Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • D’Angelantonio: valore export partnership Airbus ammonta a 30 mld

colonna Sinistra
Mercoledì 30 giugno 2021 - 12:35

D’Angelantonio: valore export partnership Airbus ammonta a 30 mld

I dati sulla presenza del colosso Franco tedesco in Italia

D’Angelantonio: valore export partnership Airbus ammonta a 30 mld
Tolosa, 30 giu. (askanews) – Il contributo totale di Airbus all’export nel settore aeronautico italiano ammonta a circa 30 mld di euro. Lo ha riferito Serafino D’Angelantonio, Head of country Italy del colosso franco-tedesco, nel corso di un incontro con la stampa a Tolosa.


“Airbus – ha spiegato D’Angelantonio – contribuisce fortemente alle capacità di esportazione dell’Italia grazie a diverse partnership di successo, che includono il produttore di turboprop ATR, MBDA per i sistemi missilistici, NH90 per l’elicottero militare, l’aeromobile da combattimento Eurofighter e il contractor di manutenzione della NATO IAMCO. Si può stimare che, ad oggi, il valore delle esportazioni per queste partnership sia di oltre 30 miliardi di euro”.



I vettori italiani, ha detto D’Angelantonio, operano circa 80 aeromobili Airbus, e oltre 240 elicotteri, e quasi 90 aeromobili militari forniscono capacità per operazioni militari, di sorveglianza e di soccorso alle forze armate italiane. “L’Italia è un mercato importante, base di molti fornitori di Airbus e fonte di alcuni dei partner tecnologici più innovativi del mondo. Airbus in Italia ha più di 1.400 dipendenti diretti, e oltre 8.000 persone che lavorano nell’indotto con fornitori italiani nei settori manifatturiero, ingegneristico e IT. I significativi volumi di approvvigionamento dell’Italia ne fanno un paese chiave per tutte e tre le divisioni di Airbus. Airbus ha più di 300 fornitori in tutto il paese, rendendo l’Italia il 7° paese come fornitore di Airbus in Europa e il 10° a livello mondiale con una spesa annuale di circa 500 milioni di e Leonardo il fornitore numero 1 con circa 200 milioni”.


Airbus Helicopters, ha aggiunto D’Angelantonio, “è oggi presente in Italia con un centro clienti dedicato a Verona, che ha l’obiettivo di assicurare una presenza a lungo termine e sostenibile del produttore nel paese. L’azienda è presente anche a Trento con un vero e proprio centro di assistenza, che fornisce servizi di eccellenza per la manutenzione di elicotteri ed è uno dei tre centri autorizzati per i motori per elicotteri Safran in Europa. Gli elicotteri Airbus volano in Italia da 50 anni e l’azienda è uno dei protagonisti del mercato elicotteristico italiano con 90 clienti e una flotta di oltre 240 elicotteri in servizio. La flotta di Airbus Helicopters rappresenta il 33% della flotta civile e parapubblica in servizio nel paese, una percentuale che raggiunge il 60% se si considerano solo le operazioni civili”.



La presenza in Italia riguarda anche il settore Defence and Space. Airbus Italia, ha proseguito D’Angelantonio, “parte di Airbus Defence and Space, è una società spaziale italiana leader con più di 30 anni di esperienza nelle tecnologie spaziali. Ha una riconosciuta competenza nelle comunicazioni satellitari, che copre sia il segmento spaziale che quello di terra, con particolare attenzione alle tecnologie abilitanti per le comunicazioni satellitari in movimento (SatCom on the move), l’Internet of Things (IoT), le componenti per le radiofrequenze (RF components) e l’elaborazione del segnale. La significativa esperienza di Airbus Italia nella progettazione, integrazione e test è al servizio di importanti programmi europei come METOP-Second Generation, QUANTUM e EDRS. Gli ingegneri di Airbus Italia a Roma lavoreranno anche sulla prossima generazione di satelliti Galileo”.


Dal 1989, l’azienda è stata coinvolta in importanti programmi spaziali tra cui: Meteosat SG, Radarsat-2, Galileo, i satelliti per le telecomunicazioni per Eutelsat e Astra, COSMO-SkyMed, Alphasat, Eutelsat Quantum e EDRS SpaceDataHighWay.



Airbus e Leonardo, ha spiegato ancora il manager, partecipano congiuntamente a diversi programmi di cooperazione e co-investimento nel settore dell’aviazione e della difesa a livello mondiale come l’Eurofighter Typhoon è un caccia multiruolo prodotto da un consorzio che comprende Airbus, Leonardo e Bae Systems. MBDA, la joint venture tra Airbus, BAE Systems e Leonardo, unica azienda del settore della difesa a fornire missili e sistemi missilistici per ogni componente delle forze armate (aeronautica, marina, esercito). NHIndustries, che include Airbus Helicopters, Leonardo e Fokker Aerostructures, è responsabile dello sviluppo e della produzione dell’elicottero NH90, progettato per soddisfare i requisiti della NATO per un moderno elicottero militare multiruolo di medie dimensioni, operabile in ambienti terrestri e marittimi. ATR, il produttore europeo di turboprop ATR, partnership congiunta tra Airbus e Leonardo e leader mondiale nel mercato dell’aviazione regionale (aeromobili fino a 90 posti). IAMCO, agisce come Industrial Prime Contractor per la manutenzione della flotta NATO E-3A (AWACS) e Trainer Cargo Aircraft (TCA). Airbus è una delle quattro aziende partner, insieme a Leonardo, KLM e Sabena. Euromale: Il MALE RPAS (Medium Altitude Long Endurance, Remotely Piloted Aircraft System) europeo è un programma europeo congiunto per rispondere alle future esigenze degli UAS (Unmanned aircraft systems – velivolo a pilotaggio remoto). Considerato come un programma fondamentale, è stato lanciato da Airbus Defence and Space con Leonardo e Dassault Aviation come iniziativa congiunta industriale-governativa tra Francia, Germania, Spagna e Ita


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su