Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Pnrr, Gentiloni: ci sono tutte le basi per una valutazione positiva

colonna Sinistra
Giovedì 17 giugno 2021 - 20:13

Pnrr, Gentiloni: ci sono tutte le basi per una valutazione positiva

Su altri 7 piani la settimana prossima, tra cui quello italiano

Pnrr, Gentiloni: ci sono tutte le basi per una valutazione positiva
Lussemburgo, 17 giu. (askanews) – “Ci sono tutte le basi per avere valutazioni positive” da parte della Commissione Ue sugli altri sette Pnrr (oltre ai cinque su cui ha già dato parere favorevole), tra cui quello dell’Italia, che saranno sottoposti entro la settimana prossima all’approvazione finale del Consiglio Ue. Lo ha affermato il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, rispondendo ad alcuni giornalisti italiani a margine della conferenza stampa dopo la conclusione dell’Eurogruppo stasera a Lussemburgo.


“I piani sono in via di valutazione da parte della Commissione. La valutazione si conclude poi con procedura scritta, al termine della quale ci sono le decisioni di attuazione del Consiglio (‘Council implementing decisions’, ndr); e questo avverrà per l’Italia nei prossimi giorni”, ha spiegato Gentiloni.



“E’ inutile anticipare adesso i contenuti” della valutazione della Commissione, ha continuato Gentiloni. “Quello che posso dire è che i piani che abbiamo ricevuto entro il mese di aprile sono piani su cui la Commissione ha lavorato moltissimo, e su cui – ha rilevato – ci sono tutte le basi per avere valutazioni positive. Le valutazioni sono positive per i cinque che sono già stati definiti, gli altri sette – ha annunciato il commissario – li definiamo tutti entro la prossima settimana”.


Quanto ai tempi per l’approvazione formale da parte del Consiglio Ue, e quindi per il successivo primo esborso (il prefinanziamento del 13%), Gentiloni ha sottolineato che “il regolamento è chiarissimo: il Consiglio ha un mese. Non può andare oltre un mese. Poi, quando si farà, se si faranno tutti insieme o in due gruppi, lo deciderà anche la presidenza slovena”, che assumerà la guida semestrale di turno del Consiglio Ue dal primo luglio.



In altre parole, sarà la presidenza slovena a decidere se basterà la riunione dell’Ecofin già programmata del 13 luglio, o servirà una riunione aggiuntiva straordinaria, qualche giorno dopo, per approvare tutti e 12 i Piani nazionali, compreso quello italiano.


“Ma non è che il Consiglio può andare oltre un mese. E’ una regola formale”, ha insistito il commissario. “Lo decideranno gli sloveni, ma non c’è alcun dubbio che i piani che vengono adottati” entro fine giugno, “saranno approvati entro luglio. Arriviamo a 12 piani, quasi tutti quelli presentati entro il 30 aprile: erano 14, ma due paesi hanno chiesto di avere più tempo”, ha concluso Gentiloni.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su