Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lombardia, Bankitalia: Pil 2020 giù del 9,4%, export regione -10,6%

colonna Sinistra
Giovedì 17 giugno 2021 - 13:36

Lombardia, Bankitalia: Pil 2020 giù del 9,4%, export regione -10,6%

Quasi 60% delle imprese ha ridotto gli investimenti, scesi del 12,6%

Lombardia, Bankitalia: Pil 2020 giù del 9,4%, export regione -10,6%
Milano, 17 giu. (askanews) – Nel 2020 la pandemia di coronavirus ha avuto forti ripercussioni sul sistema produttivo e sulla domanda aggregata dell’economia lombarda: il prodotto interno lordo regionale è diminuito del 9,4%, in misura leggermente più intensa che nella media nazionale. Gran parte del calo è avvenuto nel secondo trimestre; dopo il recupero segnato nel terzo trimestre, l’attività economica è tornata a flettere in seguito alla nuova ondata di contagi. E’ quanto sottolinea il rapporto della Banca d’Italia “L’Economia della Lombardia”.


La produzione industriale è scesa di circa il 10% nel 2020, in linea con la media italiana. Le indagini su un campione di imprese dell’industria segnalano che il fatturato è diminuito di circa il 6% nel 2020 e che la caduta della domanda e il timore di conseguenze permanenti sull’economia hanno avuto ripercussioni negative sull’accumulazione di capitale: quasi il 60% delle imprese ha ridotto gli investimenti nel 2020, determinando un calo dei flussi del 12,6% (-3% nel 2019).



Nel 2020 le esportazioni della regione sono diminuite in misura considerevole nel primo semestre, hanno recuperato solo parzialmente nei mesi successivi, calando del 10,6% nel complesso dell’anno. Valutate a prezzi costanti le esportazioni sono diminuite del 9,8%, più del commercio mondiale (-5,4%) e della domanda potenziale (-6,6%). Sulla dinamica dell’export regionale ha inciso la composizione settoriale delle esportazioni della Lombardia, nelle quali pesano settori particolarmente colpiti dalle ripercussioni della pandemia (tessile, mezzi di trasporto, macchinari e metalli). Hanno invece fornito un contributo positivo le vendite estere dei prodotti farmaceutici, in particolare verso gli Stati Uniti, e in misura minore quelle dei beni alimentari.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su