Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Vino, pegno rotativo: accordo Iccrea Banca, Valoritalia e Federdoc

colonna Sinistra
Lunedì 14 giugno 2021 - 10:59

Vino, pegno rotativo: accordo Iccrea Banca, Valoritalia e Federdoc

Finanziamenti a filiera vitivinicola cliente delle Bcc del gruppo

Vino, pegno rotativo: accordo Iccrea Banca, Valoritalia e Federdoc
Roma, 14 giu. (askanews) – Iccrea Banca, Valoritalia e Federdoc hanno sottoscritto un accordo a favore delle imprese appartenenti alla filiera vitivinicola clienti delle BCC del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, basato sull’utilizzo del Pegno Rotativo sulle scorte.


Questo strumento innovativo consentirà alle aziende di valorizzare il vino in affinamento e di convertirlo in garanzie utili all’ottenimento di linee di credito dedicate. I finanziamenti avranno una durata commisurata agli “anni di invecchiamento” del prodotto oggetto di pegno, in questo caso quello vitivinicolo, diventando così una leva a sostegno del magazzino prodotti che potranno essere oggetto di periodi di maturazione anche medio /lunghi.



A firmare l’accordo Iccrea Banca, capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che conta 130 BCC dislocate su tutto il territorio nazionale e vanta – nel settore agroalimentare – una quota di mercato nazionale del 10%, Valoritalia, ente italiano preposto – su incarico del Ministero delle politiche agricole, forestali e ambientali – alla certificazione dei vini a denominazione di origine e a indicazione geografica e Federdoc che, da oltre 40 anni, rappresenta i consorzi di tutela vitivinicoli, sostenendo e promuovendo ogni iniziativa tesa a favorire lo sviluppo del settore.


Riccardo Ricci Curbastro, presidente di Federdoc, spiega che il pegno rotativo “ha fatto sì che consorzi, istituzioni e banche collaborassero per la reale ripresa economica italiana. Questo strumento si è rivelato fondamentale per donare respiro al nostro comparto, duramente colpito dalla pandemia, mostrando che l’impegno profuso in questi anni per l’unità della filiera vitivinicola italiana ha dato i frutti sperati”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su