Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Libia, priorità riapertura spazio aereo e collegamenti con Italia

colonna Sinistra
Lunedì 31 maggio 2021 - 17:03

Libia, priorità riapertura spazio aereo e collegamenti con Italia

Enav ad inizio aprile ha già visitato Tripoli per attività ripartenza

Libia, priorità riapertura spazio aereo e collegamenti con Italia
Roma, 31 mag. (askanews) – Riaprire lo spazio aereo libico e ripristinarne i collegamenti tra Italia e Libia il prima possibile per favorire i collegamenti con l’Europa. Lo ha evidenziato il Primo Ministro libico Abdulhamid Al Dabaiba durante la mattinata di lavoro e presentazioni del Business Forum “La nuova Libia si presenta alle imprese italiane”. Alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, sono state presentate al Premier libico le migliori società italiane impegnate su più fronti nella ricostruzione infrastrutturale della Libia, partner industriali di sicura affidabilità e strategici per una cooperazione internazionale di altissimo livello. Presente anche Enav, la società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, con l’Amministratore Delegato Paolo Simioni.


Enav ad inizio aprile ha peraltro già svolto una visita a Tripoli per verificare le attività da eseguire per far ripartire l’aviazione libica. In particolare, Enav dovrebbe provvedere alla fornitura e installazione di sistemi tecnologici per le torri di controllo dell’Aeroporto Internazionale di Tripoli e di Misurata e dei sistemi per il nuovo Centro di Controllo d’Area di Tripoli; inoltre fornirà l’erogazione di servizi di controllo e calibrazione in volo di alcune radioassistenze nell’area di Tripoli e Misurata. Tali interventi, attualmente in corso, si collocano all’interno di un processo di sviluppo dello spazio aereo libico propedeutico al ripristino dei collegamenti diretti con l’Europa.



Enav ha collaborato ininterrottamente con le autorità libiche dal 2011 per attività di formazione del personale operativo, ammodernamento delle infrastrutture per la navigazione aerea e servizi di consulenza aeronautica. Nell’ultimo biennio, inoltre, Enav ha siglato contratti con il suo omologo libico per l’ammodernamento di infrastrutture per la gestione del traffico aereo per un importo pari a circa 14 milioni di euro.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su