Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Il turismo di alta gamma vale complessivamente 60 mld, il 3% del Pil

colonna Sinistra
Martedì 25 maggio 2021 - 15:00

Il turismo di alta gamma vale complessivamente 60 mld, il 3% del Pil

Rappresenta l'1% delle imprese di soggiorno ma genera il 25% della spesa

Il turismo di alta gamma vale complessivamente 60 mld, il 3% del Pil
Milano, 25 mag. (askanews) – Il turismo di alta gamma vale 25 miliardi di euro: una cifra che raggiunge però i 60 miliardi, ossia il 3% del Pil, se si considera l’indotto, fra spese e consumi diretti e indiretti. Opportunamente potenziato, può crescere fino a 100 miliardi di valore diretto, cui si aggiungono le positive ricadute di indotto sul territorio. E’ quanto è emerso in occasione di Giornata Altagamma, il principale evento della Fondazione, dedicato quest’anno all’importanza strategica del turismo per la ripartenza dell’economia e che ha visto la presentazione del libro “Turismo di Alta Gamma. Leva strategica per l’Italia”, realizzato da Altagamma con la collaborazione di Bain & Company, Boston Consulting Group, Enit e Global Blue.


Il turismo di alta gamma è dunque un ingrediente imprescindibile delle strategie di rilancio del Paese e della nostra economia e ha un forte impatto sul territorio e su molti dei settori del Made in Italy. Se il turismo di alta gamma da un lato rappresenta solo meno dell’1% delle imprese di soggiorno, e il 3% delle notti, dall’altro genera il 15% del fatturato totale dell’ospitalità e il 25% della spesa turistica totale. La spesa dei turisti internazionali di alta gamma in Italia ammonta a 25 miliardi in consumi diretti (7 mld in soggiorno, 2 mld in ristorazione e oltre 15 mld in visite, escursioni, shopping e altri consumi sul territorio), con un effetto moltiplicatore di oltre tre volte. Normalmente i turisti spendono il 58% fra shopping e ristorazione mentre i turisti di fascia alta spendono ben il 72% con un incremento di valore per il territorio di 14 punti percentuali. Basti pensare che chi alloggia in strutture di eccellenza spende oltre 9 volte più della media per il proprio viaggio (inclusa la spesa sul territorio) e un hotel a 5 stelle impiega il doppio dei dipendenti rispetto alla media.



L’80% della spesa dei turisti alto di gamma è legata a stranieri. Nel mondo, tra le 5 città più scelte dai viaggiatori élite (alto di gamma, non europei) figurano Milano e Roma (terzo e quindi posto); tra le destinazioni di mare, la costiera amalfitana è al quarto posto, dopo la Costa Azzurra, le Maldive e le Hawaii; tra le destinazioni sciistiche Cortina e Madonna di Campiglio si posizionano al settimo e ottavo posto in una classifica dominata dalle mete francesi e svizzere. L’Italia è il Paese più desiderato dai viaggiatori di alta gamma, ma non quello più visitato: prima è la Francia, seconda la Gran Bretagna, terza l’Italia.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su