Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Il Covid non frena organici startup: nel 2020 il 70% ha assunto

colonna Sinistra
Mercoledì 19 maggio 2021 - 16:06

Il Covid non frena organici startup: nel 2020 il 70% ha assunto

Survey VcHub e Egon Zehnder: a 25% dipendenti azioni e stock option
Il Covid non frena organici startup: nel 2020 il 70% ha assunto

Milano, 19 mag. (askanews) – Il Covid-19 non ferma la crescita degli organici delle startup italiane, con il 70% delle giovani imprese che nel 2020 ha visto aumentare il numero dei dipendenti. E’ uno dei risultati dell’indagine di VCHub Italia ed Egon Zehnder per delineare principali trend organizzativi, di governance e gestione del talento delle startup italiane. Per il 2021 l’80% delle imprese coinvolte nell’indagine prevede una ulteriore crescita del numero dei dipendenti.

“La ricerca mostra come anche in questo periodo di pandemia le startup abbiamo continuato a crescere e assumere, generando occupazione come spesso nemmeno le aziende tradizionali riescono ormai più a fare”, ha detto Francesco Cerruti, Direttore Generale di VC Hub Italia. “E’ importante continuare a sostenere le startup perché rappresentano il futuro sia per la nostra economia che per i giovani, che anche in Italia possono trovare opportunità che troppo spesso sono costretti a cercare all’estero”.

Dalla survey emerge che gli organici sono composti nella maggior parte dei casi da meno di 20 dipendenti, con solo il 4% delle startup che ne ha oltre 70. Il 63% delle risorse ha meno di 35 anni, e il 90% è al di sotto dei 40. Un manager su cinque all’interno del management team è donna e circa il 25% dei dipendenti detiene equity o stock option della società in cui lavora.

“Il tasso di crescita degli organici e la partecipazione diffusa ai piani di stock option sono fra gli elementi più differenzianti dell’ecosistema startup, volano non solo di crescita economica ma anche di realizzazione professionale per giovani con competenze manageriali e tecniche specifiche”, hanno commentato Fabrizio D’Eredità e Andrea Splendiani, consulenti di Egon Zehnder.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su