Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Aspi, Atlantia: offerta Cdp sale a 9,3 mld, 31/5 assemblea per esame

colonna Sinistra
Venerdì 30 aprile 2021 - 22:22

Aspi, Atlantia: offerta Cdp sale a 9,3 mld, 31/5 assemblea per esame

Dopo voto, cda entro l'11 giugno per assumere determinazioni finali
Aspi, Atlantia: offerta Cdp sale a 9,3 mld, 31/5 assemblea per esame

Milano, 30 apr. (askanews) – Il cda di Atlantia ha deliberato di convocare il 31 maggio l’assemblea degli azionisti per l’esame dell’offerta vincolante per l’acquisto dell’intera partecipazione dell’88,06% del capitale detenuta in Autostrade per l’Italia presentata il 29 aprile dal consorzio formato da Cdp, Blackstone e Macquarie.

Nella propria relazione illustrativa, in vista dell’assemblea, il Consiglio rileva, in particolare, che sebbene l’offerta del consorzio confermi il prezzo di 9,1 miliardi per il 100% del capitale di Aspi già indicato nella prima offerta vincolante del 24 febbraio, essa contiene alcuni miglioramenti tra cui, sotto il profilo economico, la riduzione degli indennizzi richiesti dal consorzio a fronte di alcuni contenziosi oggetto di special indemnities, (il cui cap complessivo è sceso da 1.510 milioni ad 871 milioni) oltre a una puntuale condivisione della gestione degli stessi, nonché il riconoscimento di una ticking fee pari al 2% annuo sul prezzo dal 1 gennaio 2021 alla data del closing dell’operazione. In tal modo, assumendo il perfezionamento dell’operazione tra la fine del 2021 e il mese di marzo 2022 (termine ultimo per il closing), la valorizzazione attribuita dal consorzio ad Aspi si incrementa sino a circa 9,3 miliardi.

L’offerta inoltre prevede, come componente aggiuntiva di prezzo, un earn-out collegato al possibile recupero delle perdite di ricavi a causa della riduzione di traffico derivante dalla pandemia Covid-19, allo stato ancora eventuale. Va sottolineato che tale recupero, espressamente previsto nel nuovo Piano Economico Finanziario (PEF) e da attribuire all’intero settore autostradale – qualora effettivamente riconosciuto – incrementerebbe ulteriormente l’offerta.

Solamente a valle della pronuncia assembleare, il cda si riunirà, entro l’11 giugno (data ultima di validità dell’offerta in caso di approvazione da parte dell’assemblea) per assumere le proprie determinazioni finali in merito.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su