Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Export, P.Monti (Aut. Portuale Sicilia): sburocratizzare macchina Stato

colonna Sinistra
Venerdì 23 aprile 2021 - 13:53

Export, P.Monti (Aut. Portuale Sicilia): sburocratizzare macchina Stato

Alfonso Dolce: "Digitalizzazione prima superstrada che un'azienda ha bisogno"

Roma, 23 apr. (askanews) – “Sono onorato che i marsalesi ospiteranno gli Stati Generali dell’Export. Oggi riscontro un senso di rispetto istituzionale. Marsala è il luogo ideale per tenere questo evento sul made in Italy e ripartire. Bisogna recuperare le differenze di velocità. Marsala ha una grande opportunità con il recovery plan un progetto quale la metropolitana di superficie che permetterà quel cambio di passo di cui abbiamo bisogno”. Lo dice Massimo Vincenzo Grillo, sindaco di Marsala, nel corso della conferenza stampa online di presentazione della terza edizione degli Stati Generali dell’Export organizzati dal Forum Italiano dell’Export e in programma dal 24 al 26 settembre a Marsala, in provincia di Trapani.

“Ci troviamo in una terra che ha molte eccellenze da raccontare, molte eccellenze che possono rappresentare bene la Sicilia nel mondo – aggiunge nel suo intervento Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sicilia Occidentale -. Abbiamo bisogno di cominciare a ragionare in termini di intermodalità – sottolinea Monti – di infrastrutturazioni intelligenti, di risposta al mercato concrete e quindi di dialogo con il mercato e per far questo abbiamo bisogno di una fase nuova di industrializzazione. Questa fase di industrializzazione deve accompagnare la costruzione di infrastrutture soprattutto un dialogo costante con il mercato. Il confronto del mercato deve avvenire in maniera dinamica e per farlo abbiamo la necessità di sburocratizzare la macchina dello Stato”.

Concorda sulla necessità di una nuova digitalizzazione Alfonso Dolce, amministratore delegato gruppo Dolce&Gabbana: “La digitalizzazione è la prima superstrada che un’azienda ha bisogno. La digitalizzazione è anche quella possibilità di tracciare in maniera naturale quel prodotto che nasce in un distretto, in un territorio e che solo lì può nascere attraverso delle competenze precise (storiche, culturali, di acqua, di luce, di sole). I famosi distretti territoriali sono unici e fondamentali per poter esportare eccellenze e non avere centri univoci. E’ fondamentale – conclude Dolce – aprire, ramificare il territorio, semplificare il sistema. Questo lavoro alimenterà quel commercio con l’estero che tutti ci invidiano e pochi riescono ad essere capaci nei loro territori”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su