Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ex Embraco, Chiorino (Piemonte): Intervenire su Commissione Ue

colonna Sinistra
Mercoledì 7 aprile 2021 - 12:49

Ex Embraco, Chiorino (Piemonte): Intervenire su Commissione Ue

"Un comportamento incoerente rispetto a situazioni simili successe in altri Paesi"

Torino, 7 apr. (askanews) – Sono due le strategie che bisogna porre in essere, secondo l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Elena Chiorino, affinché la situazione dei lavoratori dell’ex Embraco possa trovare una soluzione. Il progetto alla base è quello che le due società si uniscano in Italcomp, che vedrebbe Riva di Chieri (To) sede della grande manifattura dei compressori. I posti di lavoro in gioco sono circa 400 per la torinese Embraco e 300 per la bellunese Acc.

“In primo luogo – ha spiegato l’assessore in Consiglio regionale – serve un forte appello al sistema bancario, che però al momento sembra essere fermo: la situazione di Embraco è collegata a quella di Acc di Mel in Veneto che ha una difficoltà ma solo in termini economico-finanziari, perché le commesse ci sono”. Nel dettaglio specifica che “Ad Acc manca la liquidità, per cui il commissario è costretto a chiedere una riduzione dei salari dei dipendenti e addirittura il rifiuto di alcune commesse”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su