Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Orlando: misure straordinarie per far crescere lavoro femminile

colonna Sinistra
Lunedì 8 marzo 2021 - 18:01

Orlando: misure straordinarie per far crescere lavoro femminile

Il ministro: ora strumenti radicalmente nuovi rispetto al passato
Orlando: misure straordinarie per far crescere lavoro femminile

Roma, 8 mar. (askanews) – Misure straordinarie per far aumentare la partecipazione femminile al mercato del lavoro. È l’idea del ministro del lavoro Andrea Orlando, secondo cui “in una fase straordinaria sono necessarie politiche di carattere straordinario e per questo vanno orientati gli investimenti nella direzione del sostegno ai beni comuni, al miglioramento delle infrastrutture sociali, al potenziamento degli elementi del lavoro di cura, tutto ciò che può aiutare a far crescere direttamente il lavoro femminile”.

“Credo – ha detto il ministro in un video allo speciale del Sole-24Ore su donne e lavoro per l’8 marzo – che questo sia l’impegno che dobbiamo assumere, anche pensando a strumenti radicalmente nuovi rispetto al passato. Pensando a un’alleanza tra diversi livelli istituzionali che sappia accogliere le indicazioni che arrivano dall’Europa e sappia mobilitare risorse in questa direzione”.

“Questa giornata internazionale della donna – ha sottolineato Orlando – è particolarmente difficile perchè in quest’anno, che ancora non è alle spalle, la pandemia ha colpito molto duramente la condizione di vita e di lavoro femminile. Sono aumentati i differenziali retributivi, sono diminuite le ore lavorate, si sono complicatele condizioni di vita a causa dello smart working, della chiusura delle scuole, e tutto questo da un punto di partenza che era già complicato e difficile. Se pensiamo che nel 2019 il tasso di occupazione femminile era del 50%, contro il 68% di quello maschile, e il 62% di occupazione femminile a livello europeo, quindi 12 punti in meno”.

“Oggi è urgente intervenire – ha spiegato il ministro – e in parte si è fatto con sgravi, con incentivi. Si è fatto consentendo alcune forme di riorganizzazione della vita della famiglia, pensiamo ai congedi parentali, ma a fronte di una situazione così grave, così drammatica, che è destinata a peggiorare, non bastano più soltanto interventi di carattere indiretto”.

“Se vogliamo – ha aggiunto Orlando – che effettivamente si realizzino le transizioni, quella digitale, quella green, se pensiamo che sia importante modificare il modello di sviluppo è assolutamente fondamentale spingere nella direzione di una crescita di tutti i settori in cui le donne possono essere maggiormente occupate e andare senza indugio nella direzione di investimenti che consentano un miglioramento delle loro condizioni di vita. Questo credo debba essere l’obiettivo”.

Glv

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su