Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Cyber security, per Avast nel 2021 truffe sui vaccini anti-Covid

colonna Sinistra
Mercoledì 16 dicembre 2020 - 18:05

Cyber security, per Avast nel 2021 truffe sui vaccini anti-Covid

"Campagne deepfake di disinformazione e minacce per Android"
Cyber security, per Avast nel 2021 truffe sui vaccini anti-Covid

Roma, 16 dic. (askanews) – Nel 2021 si diffonderanno online le truffe legate ai vaccini anti-Covid, le campagne deepfake di disinformazione e le minacce per le piattaforme Android. Sono le previsioni per la sfera digitale del team di Avast, che si aspetta “grandi sviluppi” e in particolare “una presenza significativa di truffe sui vaccini per il Covid-19, attacchi alle reti domestiche, alle infrastrutture e ai provider Vpn aziendali, oltre alla persistenza degli attacchi ransomware”.

L’anno prossimo “possiamo aspettarci anche un aumento delle campagne deepfake di disinformazione e di altre campagne dannose generate dall’intelligenza artificiale per ottenere maggiore capacità di diffusione”. Il team di Avast, società specializzata nella cyber security, “ha esaminato in modo specifico la piattaforma Android, su cui sono previsti ulteriori attacchi adware, truffe fleeceware e l’utilizzo di stalkerware”.

Verso l’inizio della pandemia, “falsi store legati al Covid-19 hanno iniziato a circolare, promettendo dubbie cure e consigli di sopravvivenza alla pandemia”. Ora, con la disponibilità dei vaccini prevista nel 2021, Avast prevede “un aumento delle truffe sulle vaccinazioni, presentate agli utenti tramite falsi store e annunci sui social media”.

Quest’anno le offerte false “sono state una tendenza dannosa che è decollata durante la pandemia e molti degli utenti che hanno acquistato prodotti correlati al coronavirus si sono lamentati di non aver mai ricevuto il materiale dopo l’acquisto”.

Per gli esperti di Avast “le persone dovrebbero diffidare delle truffe, in particolare per ciò che concerne le vaccinazioni. Se si vedono offerte di vaccini che circolano su internet, bisogna tenere presente che la vendita è falsa poichè i vaccini dovrebbero essere distribuiti solo attraverso fonti ufficiali. Bisogna quindi affidarsi al proprio medico o comunque a fonti ufficiali per informazioni sul Covid-19 e i vaccini”.

Glv

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su