Header Top
Logo
Sabato 4 Dicembre 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Luiss, 21esima edizione Career Day, oltre 100 aziende a caccia talenti

colonna Sinistra
Giovedì 4 maggio 2017 - 18:06

Luiss, 21esima edizione Career Day, oltre 100 aziende a caccia talenti

Nella scorsa edizione 97% imprese ha reclutato almeno una risorsa
20170504_180616_E2A0E16F

Roma, 4 mag. (askanews) – Si è tenuta oggi al campus di viale Romania la 21esima edizione del Career Day LUISS: i Giovani e il lavoro; l’appuntamento annuale di incontri con le Risorse umane delle più importanti multinazionali, imprese e istituzioni italiane ed internazionali e di orientamento professionale e recruiting dedicata agli studenti e ai laureati dell’Ateneo che oggi ha ospitato oltre 100 le aziende e startup a caccia di talenti.

La giornata si è aperta con un focus sul mondo del lavoro con il Rettore Paola Severino, il Vice Presidente Esecutivo Luigi Serra, il Direttore Generale Giovanni Lo Storto e il Presidente dell’Associazione Laureati LUISS, Daniele Pelli, insieme a Maria Carla Liuni, Vice President della sezione Global Marketing e communication di Bulgari, laureata LUISS.

A seguire, il consueto lancio del cappello di laurea con molti applausi e tanti sorrisi dei diplomati nei corsi di laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Impresa e Management ed Economia e Finanza.

Molta attenzione all’importanza di coltivare durante il percorso di studi i cosiddetti soft factors, le “competenze morbide”, dal volontariato alle esperienze all’estero che alla LUISS tracciano un percorso di conoscenze trasversali, indispensabili in in un mercato del lavoro sempre più competitivo, rafforzando la storia e la personalità dei candidati.

L’Università, infatti, mette a disposizione #MyEmployability una serie di attività volte a favorire il rafforzamento dell’occupabilità degli studenti, per massimizzare le opportunità di sviluppo personale, all’interno dell’Ateneo: dal progetto Biografia dello studente, per la costruzione di un percorso di studi basato sulle attitudini del singolo e orientato al collocamento, alle attività di AdoptionLab, che portano le aziende in aula dai primi anni di università per una formazione sempre più orientata al mondo del lavoro, alle iniziative di Volontariato che impegnano già 3.000 studenti nei mesi estivi.

L’iniziativa ha visto la partecipazione attiva di centinaia di laureandi e laureati LUISS che hanno avuto l’opportunità unica di svolgere colloqui e selezioni diretti con i brand più prestigiosi in Italia e all’estero. Il successo della manifestazione lo dimostrano i numeri: dal sondaggio effettuato lo scorso Career Day: il 97% delle imprese presenti lo scorso anno ha preso almeno una risorsa attraverso questa iniziativa, e oltre il 70% più di due.

Molte le novità proposte. All’annuale fiera del lavoro LUISS quest’anno, oltre ad indicazioni su come migliorare il proprio CV, le aziende hanno offerto ai partecipanti veri e propri seminari personalizzati, molto seguiti, di Social Media Check: per valutare la compatibilità del profilo del candidato sulla Rete con quella presente sul classico curriculum vitae.

Sempre più aziende, infatti, in sede di colloquio oltre a considerare le informazioni presenti sul profilo, visitano gli account dei potenziali candidati per conoscere il loro comportamento sui social. Spesso, nonostante un curriculm di valore, delle particolari attività o commenti postati sui social possono avere delle conseguenze negative sul processo di recruitment di un giovane di talento.

Numerosi anche i partecipanti allo #YoungAlumniClass l’incontro dedicato all’esperienza dei laureati LUISS entrati da poco nel mondo del lavoro che hanno incontrato gli studenti dei primi anni per dare suggerimenti e consigli per indirizzare al meglio il percorso di studi. Tra questi anche startupper di successo tra cui: Giampiero Miele di Gamerwall, Enrico Scianaro di Whoosnap, Enrico Giancaterina di Nextwin e Giulia Gazzelloni di Le Cicogne.

I neo dottori hanno avuto anche la possibilità di conoscere più da vicino le aziende con un sessioni mirate, chiamate “Turbo Session”: incontri a numero chiuso della durata di 40 minuti, in cui gli studenti sono entrati a diretto contatto con i recruiters, confrontandosi con le competenze richieste e le opportunità professionali. Sguardo poi all’estero per i laureati che intendono intraprendere un’esperienza di lavoro internazionale. Si sono tenute le Virtual session, colloqui via Skype con aziende oltre oceano, dal Messico a Singapore, dalla Cina al Brasile. La percentuale dei laureati LUISS che lavora all’estero, è passata dal 5 al 10% negli ultimi due anni.

Il tasso di occupazione dei laureati LUISS ad un anno dal conseguimento del titolo è dell’80%, con punte del 90% per i laureati in Economia e Finanza e Impresa e Management. Ad un anno dalla laurea è di 4.2 mesi l’intervallo prima del primo lavoro. (Fonte: Indagine laureati LUISS 2016).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra