Header Top
Logo
Lunedì 29 Novembre 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Camera Commercio Roma, Alleanza coop: rivedere le regole

colonna Sinistra
Giovedì 5 marzo 2015 - 14:14

Camera Commercio Roma, Alleanza coop: rivedere le regole

Lettera ad associazioni imprese, lavoratori, consumatori e utenti

Roma, 5 mar. (askanews) – “Interpretare le esigenze del mondo delle imprese associate e contribuire a un forte e radicale cambiamento che possa essere percepito in modo chiaro dai soci e dai cittadini”. Così l’Alleanza delle Cooperative Roma (Confcooperative, Legacoop e Agci) in una lettera indirizzata alle organizzazioni imprenditoriali, alle organizzazioni sindacali dei lavoratori, alle associazioni dei consumatori e utenti di fronte alla scadenza del rinnovo della Camera di Commercio di Roma.

Due i temi principali della lettera: le regole e le attività strategiche del prossimo organo camerale. In merito alle regole: una Camera di Commercio con al centro le imprese e non gli interessi; la gratuità delle prestazioni degli amministratori; l’impegno degli eletti – affermano le cooperative – a ricercare il massimo della coesione in modo da portare avanti con il consenso delle parti le scelte di programma; la riduzione della partecipazione camerale ad un’unica società, attraverso un programma di dismissioni e privatizzazioni degli investimenti; il 40% di presenza del genere meno rappresentato; un ricambio generazionale potenziale garantendo una significativa presenza, almeno del 10% di consiglieri under 40.

Riguardo alle attività principali l’Alleanza delle Cooperative sottolinea, nella lettera, la necessità di concentrarsi particolarmente su: Accesso al credito e ritardi di pagamento: dedicare risorse per supportare gli strumenti di garanzia, quali ad esempio i Consorzi fidi. Una finanza orientata a processi di internazionalizzazione, innovazione, formazione. Assistenza alle start-up, in particolare a quelle innovative.Burocrazia, semplificare e rendere meno onerose le procedure amministrative per le imprese in particolare nella gestione degli albi camerali. supporto finanziario alle imprese: la Camera di Commercio quale cofinanziatore di quota parte di fondi europei del Pon Nazionale dedicato alle aree metropolitane. Sviluppo di processi di rete: investire risorse per sviluppare le reti sia immateriali che infrastrutturali.

«Come organizzazioni di rappresentanza – si legge nella lettera – abbiamo il dovere di saper cogliere il bisogno di cambiamento che le imprese associate richiedono e l’esigenza di voler interpretare un rinnovamento nella rappresentanza che il momento impone. Vuole essere un contributo verso una auspicabile coesione di tutte le rappresentanze e le forze in campo».

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su