Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fed, Powell: avanti con rialzi tassi, cruciale abbassare l’inflazione

colonna Sinistra
Mercoledì 22 giugno 2022 - 18:07

Fed, Powell: avanti con rialzi tassi, cruciale abbassare l’inflazione

Verranno portato a livelli "leggermente restrittivi"

Fed, Powell: avanti con rialzi tassi, cruciale abbassare l’inflazione
Roma, 22 giu. (askanews) – La Federal Reserve intende proseguire con continui aumenti dei tassi di interesse nelle future riunioni del direttorio. “La portata di questi cambiamenti continuerà a dipendere dai dati che giungeranno e dall’evolversi delle prospettive economiche. Assumeremo le nostre decisioni volta per volta”. Lo ha affermato il presidente Jay Powell, durante una audizione al Senato Usa.


Nell’ultima riunione il Fomc ha deciso un maxi aumento dei tassi da 75 punti base e in quella occasione Powell aveva detto che nella prossima riunione, a luglio, l’aumento avrebbe potuto essere di 50 o 75 punti base. Al momento i fed funds sono all’1.50-1,75%.



“Stimiamo che i tassi di interesse siano a un livello neutrale attorno al 2,5%” ma “al momento riteniamo appropriato portarli ad un livello superiore e leggermente restrittivo”. E poi “cercheremo prove evidenti che l’inflazione stia calando, in maniera coerente con il suo ritorno al 2%”.


Powell ha poi riconosciuto che “l’inasprimento delle condizioni finanziarie che abbiamo visto in questi mesi dovrebbe continuare a temperare la crescita e aiutare a riportare la domanda ad un migliori bilanciamento rispetto all’offerta”, implicitamente avvertendo che la Fed punta a frenare la crescita pur di attenuare l’inflazione. Non al punto di causare una recessione, anche se questo rischio non si può escludere.



Perché la priorità è far cambiare rotta al caro vita, prima che sfugga completamente di mano. “Siamo fortemente determinati a far calare l’inflazione e ci stiamo muovendo rapidamente per ottenerlo. E’ essenziale abbassare l’inflazione – ha detto Powell – se vogliamo un sostenuto periodo di condizioni del mercato del lavoro solide, a beneficio di tutti”.


In questo gioco di equilibri “riuscire in un atterraggio morbido” (soft landing) per l’economia Usa “è il nostro obiettivo. E’ molto impegnativo, è diventato più impegnativo negli ultimi mesi. E se ci riusciremo dipenderà in una certa misura da fattori che non possiamo controllare”, ha concluso.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su