Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Sudcorea, governo prevede ripresa consumi con meno restrizioni Covid

colonna Sinistra
Venerdì 12 novembre 2021 - 12:36

Sudcorea, governo prevede ripresa consumi con meno restrizioni Covid

Ma restano rischi connessi a inflazione globale e supply chain

Sudcorea, governo prevede ripresa consumi con meno restrizioni Covid
Roma, 12 nov. (askanews) – La domanda interna in Corea del Sud dovrebbe gradualmente tornare alla crescita con la riapertura del paese con l’ammorbidimento delle restrizioni Covid. Tuttavia la quarta economia dell’Asia dovrà affrontare rischi connessi all’aumento dell’inflazione globale e alle strozzature della catena di forniture. L’ha affermato il ministero delle Finanze di Seoul, che ha diffuso oggi la sua valutazione economica mensile, il cosiddetto Green Book.


“Se le esportazioni saranno forti e la crescita dell’occupazione continuerà, i consumi interni probabilmente miglioreranno con lo spostamento della politica del governo verso la convivenza col coronavirus, che porta a una riapertura dei servizi che prevedono lo stretto contatto”, si legge nel rapporto.



“Dal momento che la ripresa economica globale presumibilmente proseguirà, i prezzi elevati delle commodity susciteranno preoccupazioni inflazionistiche e incertezze collegate alle politiche monetarie delle maggiori economie; inoltre ci saranno preoccupazioni relativamente alle strozzature della catena di forniture”, continua il rapporto.


La Corea del Sud si sta avviando verso una nuova fase di risposta al virus, quella della convivenza, dal momento che più del 77 per cento dei suoi abitanti – che sono 52 milioni – hanno ricevuto una piena vaccinazione.



Nel rapporto si segnala che la produzione industriale a settembre è risultata più alta dell’1,3 per cento rispetto al mese precedente e del 3,3 per cento rispetto a settembre dello scorso anno. In crescita sono risultati anche gli investimenti nelle costruzioni: +3,5 per cento su base mensile e ì8,4 per cento su base annua. Sono andate bene anche le vendite al dettaglio con un +2,5 per cento sul mese di agosto e un 3,7 per cento su base annua.


Sono fortemente cresciute anche le esportazioni: a ottobre +24 per cento su base annua. A tirare sono stati i semiconduttori e i prodotti petrolchimici. Il Consumer Sentiment Index (CSI), che stima la propensione al consumo, è cresciuto di tre punti a 106.8.



Sempre nel mese di ottobre, su base annua, sono stati rilevati 652mila posti di lavoro in più e il tasso di disoccupazione è sceso a uno 0,9 per cento rispetto al 2,8 per cento dello scorso anno. I prezzi al consumo sono saliti su base annua del 3,2 per cento.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su