Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Champagne, resa a 10.000 chili all’ettaro per la vendemmia 2021

colonna Sinistra
Giovedì 22 luglio 2021 - 13:06

Champagne, resa a 10.000 chili all’ettaro per la vendemmia 2021

Export in ripresa, spedizioni in aumento del 50% nel primo semestre

Champagne, resa a 10.000 chili all’ettaro per la vendemmia 2021
Roma, 22 lug. (askanews) – La Chamapagne guarda al 2021 con ottimismo visto che, in un contesto di ripresa economica mondiale, la filiera registra un eccellente primo semestre dell’anno. I dati delle spedizioni di Champagne del primo semestre 2021 sono in aumento del 50% rispetto al 2020, segnato dalla crisi. Per quanto riguarda l’export, il record storico delle spedizioni del primo semestre (risalente al 2018) è stato superato del 14%. E’ quanto spiega in una nota il Comité Champagne, che ha sede a Epernay e riunisce tutti i viticoltori e tutte le Maison di Champagne.


Questa forte crescita dell’esportazione è trainata essenzialmente da Europa, Nord America e Australia. Anche il mercato francese, con l’abolizione delle misure sanitarie, con l’inizio dell’estate è in ripresa.



Tenuto conto dei buoni risultati delle spedizioni del primo semestre e delle prospettive positive a medio termine, il comitato esecutivo del Comité Champagne ha stabilito la resa disponibile della filiera a 10.000 kg/ettaro.


Per Maxime Toubart, co-presidente del Comité Champagne, “questa decisione determinata e ottimista chiarisce pienamente la fiducia di tutti i protagonisti nella solidità e continuità della filiera dello Champagne”. Per Jean-Marie Barillère, co-presidente del Comité Champagne, “questi dati sono la testimonianza di una ripresa energica a livello mondiale. Con la riapertura dei locali, vediamo ovunque il desiderio dei nostri consumatori di festeggiare il ritorno ad una vita sociale normale fatta di condivisione e convivialità”.



Di fronte all’insolita situazione climatica di quest’anno, il comitato esecutivo ha deciso di riunirsi nuovamente all’inizio di settembre, per decidere tutte le altre misure applicabili alla vendemmia.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su