Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Dentro l’arte di Klimt per allargare il pubblico della cultura

colonna Sinistra
Giovedì 24 novembre 2022 - 20:01

Dentro l’arte di Klimt per allargare il pubblico della cultura

Al Centro Tiare di Villesse (Go) un progetto immersivo di Civita

Dentro l’arte di Klimt per allargare il pubblico della cultura
Gorizia, 24 nov. (askanews) – Un’immersione nel mondo di Gustav Klimt per fare esperienza diretta della sua pittura. Al centro commerciale Tiare di Villesse, in provincia di Gorizia, apre un’esposizione sensoriale, di cui Civita Mostre e Musei è Corporate partner, dedicata al grande pittore viennese e al suo mondo. Evento che è anche un’occasione per allargare il pubblico degli appuntamenti culturali.


“È una modalità di innovazione fortissima – ha detto ad askanews Luigi Abete, presidente di Civita Cultura Holding – perché noi abbiamo un Paese che ha una ricchezza culturale enorme, opere diffuse su tutto il territorio, ma nel quale solo meno di un terzo delle persone visita musei o centri culturali. Se noi vogliamo fare vivere una dimensione culturale diffusa dobbiamo incontrare gli altri due terzi e il modo reale per incontrarli è fare sì che possano trovare l’arte dove normalmente loro vanno per vivere”.



Il progetto “Gustav Klimt – Sinfonia di arte immersiva” sfrutta le grandi sale della Emotion Hall dello shopping center ed è stato realizzato dal regista Stefano Fake. “Quello che noi abbiamo fatto è semplicemente cercare di rendere sensoriale la sua idea di arte, la sua idea di entrare nell’arte attraverso i colori, l’oro, un’immersione che è diventata una sinfonia grazie alle musiche viennesi di Beethoven, di Mozart e Strauss siamo riusciti a fare esplodere la sua pittura all’interno di un ambiente attraverso una serie di installazioni sensoriali e una grande sala immersiva”.


La mostra si inserisce anche nel più vasto quadro di avvicinamento a Gorizia e Nova Gorica capitali europee della Cultura per il 2025. “Vista l’occasione unica e speciale che avrà questo territorio – ci ha detto Fabrizio Oreti, assessore alla Cultura del Comune di Gorizia – sarà importante unire le forze e le ricchezze: mai come in questo momento la ricchezza dell’uno è la ricchezza dell’altro. Un unicum come il Centro Tiare sarà importantissimo, perché ci aspettiamo tantissimi visitatori e sarà importante accoglierli rispettando le sensibilità, l’attenzione, le aspettative di ognuno di loro”.



Con un’idea di intrattenimento culturale che si offre a un pubblico il più ampio possibile. “È il luogo dove viene fatta la mostra che è innovativo – ha concluso Luigi Abete -. Significa consentire a centinaia di migliaia di persone di incontrare la storia, la cultura, l’arte di Klimt e tutto quello che viene qui rappresentato in questa mostra immersiva”.


L’esposizione resta aperta al pubblico del Centro Tiare fino al 30 aprile 2023.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su