Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Bilbolbul: da domani il fumetto invade Bologna

colonna Sinistra
Martedì 30 novembre 2021 - 11:23

Bilbolbul: da domani il fumetto invade Bologna

Al via la 15 edizione della manifestazione con la serata off

Bilbolbul: da domani il fumetto invade Bologna
Roma, 30 nov. (askanews) – Dalla A di A.M.A.R.E, antologia di Canicola in cui 5 autrici raccontano l’adolescenza e la scoperta della sessualità, alla Z di Luca Zamoc, esordiente con Il bacio della lucertola, realizzato a quattro mani con Luca Speranzoni: sono 24 le mostre che compongono BBB Off, il ricco cartellone di eventi che come ogni anno arricchisce la proposta di BilBOlbul Festival Internazionale di fumetto di Bologna, giunto alla sua 15ma edizione. Tra gallerie, librerie, musei, negozi, spazi associativi, mercoledì 1° dicembre è la giornata dedicata all’inaugurazione della maggior parte delle mostre off (alcune delle quali sono già in programma da novembre): a seguire una carrellata su alcune delle mostre da non perdere.


A.M.A.R.E. è il titolo della mostra collettiva al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (via Don Minzoni, 14) dedicata all’omonima antologia a fumetti edita da Canicola: le autrici – Eliana Albertini, Martina Sarritzu, Roberta Scomparsa, Alice Socal e Amanda Vähämäki – raccontano cinque storie di ragazze e ragazzi che attraversano la linea rossa di passaggio all’età adulta, in una società ancora troppo vincolata a stereotipi di genere (fino al 9 gennaio 2022).



Martina Sarritzu è protagonista anche, insieme a Miguel Vila, di Bar Dandy, in programma allo spazio Canicola presso la Casa del Custode al Parco della Montagnola (via Irnerio, 2/3). Un’immersione visiva nella provincia in cui le immagini di Sarritzu si accostano alle tavole di Padovaland di Miguel Vila, vincitore del Gran Guinigi 2021 come Miglior Esordio, e del suo ultimo libro Fiordilatte, tutti editi da Canicola. In collaborazione con ARCI Bologna, inaugurazione mercoledì 1° dicembre ore 19.30, fino al 10 dicembre.


Tra gli esordi da tenere d’occhio c’è Da sola di Percy Bertolini (Diabolo Edizioni), che racconta, con immagini liriche e potenti, la fuga a passo di danza di una ragazza rinchiusa in un centro di igiene mentale perché giudicata non conforme. Le tavole originali sono in mostra a Maison Ventidue (via Miramonte 4, inaugurazione 1° dicembre ore 19) fino al 19 dicembre, con un percorso immersivo che unisce musica e fumetto. L’autrice presenta il suo libro insieme a Émilie Gleason venerdì 3 dicembre allo spazio DAS (via del Porto 11/2) alle 21.



In un’edizione che fa il punto sullo stato del fumetto in Italia, Inuit presenta Deca – Un assaggio di 10 anni di autoproduzioni, una mostra corale che raccoglie il lavoro di cinque tra i collettivi che hanno fatto la storia dell’autoproduzione italiana dell’ultimo decennio: LökZINE, MalEdizioni, Mammaiuto, Squame e la stessa Inuit. La mostra inaugura il 1° dicembre alle 19 e si sviluppa nelle due sedi di Inuit: l’Atelier (via Sant’Apollonia, 23) e la Stamperia Artistica (via Vinazzetti 4/a), dove è visitabile fino al 5 dicembre.


Come mi piange il cuore è il titolo della mostra di Noemi Vola, una delle protagoniste di questa edizione di BilBOlbul, tratta dal suo ultimo libro illustrato Sulla vita sfortunata dei vermi. Breve trattato di storia naturale (Corraini Edizioni), che dà la giusta attenzione al più bistrattato tra gli animali (CorrainiMAMbo Artbookshop, via Don Minzoni, 14, inaugurazione giovedì 2 dicembre ore 17.30, fino al 10 gennaio). L’autrice terrà un laboratorio per bambine e bambini dai 5 anni, ispirato al libro (domenica 5 dicembre ore 11, CorrainiMAMbo artbookshop, ingresso gratuito su prenotazione: mambo@corraini.it).



La libreria La Confraternita dell’Uva Libreria Café Wine Bar (via Cartoleria 20/b) ospita Scusa Grazie Prego di Kalina Muhova, con le tavole originali degli omonimi fumetti pubblicati da RULEZ (inaugurazione 1° dicembre ore 18, fino al 4 dicembre). Grazie è il titolo della mostra di Emanuele Cantoro alla Millenium Gallery di via Riva di Reno 77/a (inaugurazione 1° dicembre ore 17, fino al 5 dicembre), con le tavole del suo esordio per il progetto editoriale indipendente Sigaretten, una storia che esplora i rapporti familiari e l’elaborazione di un lutto. Altra autrice da tenere d’occhio è Vitt Moretta, della scuderia Coconino Press – Fandango, che con Wonderful Drama è in mostra a Lortica (via Mascarella, 26/b, inaugurazione 1° dicembre ore 19, fino al 9 dicembre). Si entra Nella tana del Bianconiglio al concept store Chez Renard di Strada Maggiore 32/a con le illustrazioni di Giulia Calò ed Emma Lidia Squillari, che raccontano con i loro immaginari e linguaggi pittorici il mondo fantastico di Alice nel Paese delle Meraviglie (inaugurazione 1° dicembre ore 17).


Lo Spazio Lavì (via Sant’Apollonia 19/a) ospita Leggerezze, una selezione di tavole originali di Andrea Serio che ripercorrono gli ultimi tre anni di lavoro del fumettista, dalle copertine di magazine ai libri per ragazzi alle copertine di romanzi, tra le quali spiccano le illustrazioni realizzate per Il peso della farfalla di Erri De Luca, edito da Feltrinelli (inaugurazione 1° dicembre ore 18.30, fino al 5 dicembre). Luca Zamoc e Luca Speranzoni sono i due autori de Il bacio della lucertola, graphic novel edito da LazyDog frutto di sei anni di lavoro e dell’intenso viaggio compiuto nel 2013 da Zamoc, attraverso la giungla tailandese: le tavole sono in mostra ad Anonima Impressori (via San Carlo, 44, inaugurazione giovedì 2 dicembre ore 17.30, fino al 4 dicembre).


L’elenco completo delle mostre Off è visibile sul sito www.bilbolbul.net/BBB21/bbb-off, in attesa dell’apertura ufficiale del Festival giovedì 2 dicembre con il grande convegno “Ieri, oggi, domani: 20 anni di graphic novel in Italia” all’Accademia di Belle Arti di Bologna, che vedrà confrontarsi alcuni degli autori – Igort, Vanna Vinci, David B., Fumettibrutti, Paolo Bacilieri – ed esperti che hanno fatto la storia del graphic novel in Italia, riflettendo sul suo impatto sul panorama editoriale, l’immaginario e le abitudini di lettura.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su