Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Accordo Triennale Milano-Valore Italia per valorizzare il design

colonna Sinistra
Venerdì 15 gennaio 2021 - 17:07

Accordo Triennale Milano-Valore Italia per valorizzare il design

Rapporti di collaborazione e attività di formazione
Accordo Triennale Milano-Valore Italia per valorizzare il design

Milano, 15 gen. (askanews) – È stato siglato un accordo di collaborazione tra Triennale Milano e Valore Italia Impresa Sociale: finalità della partnership è avviare un confronto per sviluppare rapporti di collaborazione per lo svolgimento di attività di formazione, ricerca e promozione internazionale nel settore del patrimonio culturale e della valorizzazione del sistema dell’arte, in particolare per individuare percorsi e modalità di applicazione e sperimentazione di progetti condivisi nell’ambito dell’arte contemporanea e del design.

“Formazione e ricerca – ha commentato Stefano Boeri, presidente di Triennale Milano – sono due parole chiave per una istituzione come Triennale Milano che, per sua storia e missione – attraverso l’organizzazione di mostre, eventi, incontri, con l’attività dell’Archivio e con la sua Esposizione Internazionale – si pone tra i suoi principali obiettivi la promozione e la valorizzazione di una pluralità di discipline, dal design all’architettura, dall’arte contemporanea alla fotografia alle performing arts. In questa ottica Triennale ha avviato e sta portando avanti una serie di importanti collaborazioni e dialoghi con alcune tra le più rappresentative realtà culturali internazionali. L’accordo con Valore Italia, una eccellenza nella ricerca e nell’Alta Formazione, rappresenta oggi un ulteriore, fondamentale, passo di questo percorso”.

“L’accordo con Triennale Milano – ha aggiunto Alessandro Tarpini, presidente di Valore Italia – è un importate attestato di fiducia e disponibilità da una delle più importanti realtà internazionali dell’arte, del design e della cultura italiana nel mondo. Ci permette di avviare una collaborazione su diversi ambiti a partire dal tema della valorizzazione e della promozione del nostro straordinario patrimonio culturale e sociale. Ci impegniamo insieme a sviluppare iniziative che guardano la formazione e la ricerca soprattutto negli ambiti del restauro e del design”.

Per avviare un percorso di lavoro e di confronto comune è stato costituito un tavolo di progetto composto per Triennale Milano dal Presidente Stefano Boeri e dal Direttore Operativo Carla Morogallo e per Valore Italia dal Direttore Scientifico Angelo Crespi e dal Direttore Salvatore Amura.

Il tavolo di lavoro si è posto diversi obiettivi, tra i quali: l’analisi del contesto formativo e i possibili ambiti di collaborazione, con l’individuazione di percorsi specifici e interazioni con studenti e docenti mediante l’elaborazione di programmi e progetti di formazione mirati sui temi dell’arte contemporanea e del design; lo sviluppo di progetti per l’innovazione e la ricerca, con particolare attenzione al tema della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale e il coinvolgimento nelle attività laboratoriali già attive in entrambe le istituzioni; la condivisione della piattaforma di partnership attive e delle collaborazioni nazionali e internazionali a partire dal focus principale riferito a formazione e ricerca nell’ambito della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano nel mondo. Inoltre l’accordo è volto ad aumentare l’attrattività internazionale dell’offerta formativa in ambito di valorizzazione, conservazione e restauro delle opere della collezione di Triennale – con particolare attenzione alle opere d’arte contemporanea e di design -, a sviluppare programmi dedicati di Alta Formazione e a collaborare per iniziative di ricerca, diffusione e divulgazione delle conoscenze.

In occasione dell’avvio di questa collaborazione, martedì 19 gennaio 2021 alle ore 18.00, Valore Italia presenta sui propri canali social il terzo appuntamento del ciclo Intrecci e Legàmi, dal titolo L’arte si è innamorata dell’industria che prevede un dialogo tra Christine Macel, Chief curator del Musée national d’art moderne-Centre Pompidou di Parigi, e Stefano Boeri, con il coordinamento di Angelo Crespi. Tra i temi affrontati, Macel e Boeri, a partire dalle esperienze delle rispettive istituzioni, avvieranno una riflessione su come i musei possano affrontare le trasformazioni e i mutamenti conseguenti alla emergenza sanitaria globale.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su