Header Top
Logo
Lunedì 6 Luglio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cultura
  • Arena di Verona: questa estate un programma speciale di serate-evento

colonna Sinistra
Martedì 5 maggio 2020 - 16:40

Arena di Verona: questa estate un programma speciale di serate-evento

Il Festival 2021 riprenderà il cartellone della stagione sospesa
Arena di Verona: questa estate un programma speciale di serate-evento

Roma, 5 mag. (askanews) – Il coronavirus non deve mettere a tacere la musica e il teatro: così, perché il 2020 non sia un anno silenzioso, la Fondazione Arena di Verona ha presentato i suoi prossimi programmi che includono un progetto innovativo per l’estate di quest’anno. Gli spettacoli previsti nel cartellone del festival 2020 sono invece rinviati all’estate 2021.

Nell’anfiteatro veronese il progetto per l’estate si intitola “Nel Cuore della Musica”: una serie di serate nel rispetto delle normative di sicurezza. Il palco sarà spostato al centro della platea, il pubblico distanziato sarà distribuito solo sugli spalti. L’elenco di star che hanno aderito con entusiasmo, informa la Fondazione, comprende tutti Marcelo Álvarez, Marco Armiliato, Roberto Aronica, Daniela Barcellona, Ezio Bosso, Plácido Domingo, Yusif Eyvazov, Vittorio Grigolo, Francesco Meli, Anna Netrebko, Leo Nucci, Daniel Oren, Lisette Oropesa, Michele Pertusi, Saimir Pirgu, Anna Pirozzi, Marina Rebeka, Luca Salsi, Fabio Sartori, Ekaterina Semenchuk, María José Siri e Sonya Yoncheva

Le date e le proposte artistiche verranno annunciate però in maniera definitiva solamente una volta ottenute le necessarie autorizzazioni (anche in osservanza dei decreti ministeriali sull’emergenza), al fine di non creare confusione nel pubblico in questa fase delicata.

Fondazione Arena di Verona osserva anche che lo spostamento al 2021 del Festival 2020, frutto di intensi anni di lavoro, è stato per tutto il team areniano una sofferenza profonda, ma le prescrizioni normative, conseguenza delle evidenti condizioni sanitarie in Italia, non hanno lasciato altra possibilità se non quella di salvarla posizionandola nella sua sostanza nel 2021, con l’aggiunta di altri eventi.

Tutti gli 80.000 spettatori che avevano già acquistato il biglietto per la Stagione 2020 potranno spostare sin da subito il proprio biglietto sul titolo prescelto nel Festival 2021 o donare il proprio biglietto. A partire dal 15 giugno, secondo le regole che saranno stabilite dal Governo, sarà possibile richiedere un voucher per un importo pari a quello del biglietto in proprio possesso.

Il Sovrintendente e Direttore Artistico Cecilia Gasdia sottolinea il lavoro continuo degli ultimi mesi e l’impegno per il futuro: “Sono contenta di essere riuscita a varare un cartellone 2021, che conterrà tutte le eccellenze che erano presenti nel 2020 arricchendole di nuovi nomi ed appuntamenti. La stagione sarà aperta da un omaggio alla nostra opera regina: Aida, nel 150° anniversario dalla sua prima al Cairo del 1871 e nel 120° anniversario dalla morte del compositore Giuseppe Verdi. Le due recite di questa Aida in forma di concerto presenteranno un cast di grande eccellenza”.

Quanto all’estate che arriva, per Gasdia “è lecito, deontologicamente corretto ed anzi doveroso, non solo sognare, ma anche pianificare tatticamente con grande serietà e responsabilità una ripartenza dell’attività in sicurezza e una riapertura con regole chiare. Siamo italiani, abbiamo una solida reputazione di creatività e serietà. Dobbiamo quindi preparare il futuro con grande lucidità, attenzione ma senza farci bloccare dalla paura. Nel nostro lavoro ci ha sostenuti innanzitutto l’orgoglio per il nostro paese che, patria del belcanto e della musica, deve presto diventare un luogo chiave nel mondo per la ripartenza della cultura musicale”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su