Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute, Riccardi: medico medicina generale è figura fondamentale

colonna Sinistra
Mercoledì 21 settembre 2022 - 11:33

Salute, Riccardi: medico medicina generale è figura fondamentale

Congresso a Grado

Trieste, 21 set. (askanews) – Questa mattina è stata ricordata la figura di Antonino Cataldo, 66 anni, di Aviano, uno dei primi medici di medicina generale che, in Friuli Venezia Giulia, hanno perso la vita a causa del Covid, prestando servizio per i suoi pazienti, nel dicembre del 2020. A farlo è stato il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, intervenuto oggi a Grado al congresso annuale della Medicina generale delle cure primarie del Friuli Venezia Giulia organizzato dal Centro regionale di formazione per l’area delle cure primarie dell’Azienda regionale di coordinamento per la salute (Arcs). Il congresso, “La medicina genere-specifica nelle cure primarie. Le certificazioni Inps” si è riunito quest’anno nuovamente in presenza dopo lo stop causato dalla pandemia. Vi hanno preso parte numerosi esperti e specialisti. L’esponente della Giunta ha ringraziato per il loro operato i Mmg la cui attività, in particolare in pandemia, è stata fondamentale: hanno rappresentato un pilastro con la loro presenza, professionalità, impegno, abnegazione e sacrificio. Ha detto che tutte le Regioni auspicano che il prossimo nuovo governo vada ad assumere quelle decisioni ormai improcrastinabili, a partire dalla riforma tra la sanità pubblica la medicina generale. Per quello che attiene al congresso di oggi, l’esponente della Giunta ha sottolineato l’importanza di questo momento di confronto che permette di approfondire le nuove conoscenze sulla medicina di genere, per sviluppare sensibilità sanitarie strettamente aderenti e relative alla mutazione della società contemporanea, necessarie anche alla luce delle nuove normative di legge. Il congresso ha affrontato, infatti, tra gli altri, il tema della medicina di genere che studia l’influenza del sesso e del genere (maschio o femmina) sullo sviluppo della malattia e di conseguenza sulla sua cura. Si tratta di un approccio che riguarda tutte le specialità, che studia i meccanismi attraverso i quali le differenze tra uomini e donne influiscono sul loro stato di salute: impatto dei fattori di rischio, insorgenza, decorso, prognosi delle patologie, con la finalità di utilizzare la migliore terapia. Il vicegovernatore ha fatto notare come sia grande, da parte dei Mmg del Fvg, l’attenzione a una sempre migliore cura dei loro assistiti: ne è un esempio il decidere di confrontarsi su questo tipo di tematica, di fatto piuttosto recente: la prima legge al mondo sulla medicina di genere risale, infatti, al 2018 ed è stata promulgata in Italia, con i relativi decreti attuativi pubblicati nel 2019. Il Mmg rappresenta il principale referente della popolazione all’interno del sistema sanitario, garantendo ai suoi assistiti un accesso diretto e costante, in ogni momento di bisogno o di consiglio.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su