Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • In arrivo piogge e temporali al Centro-Nord, tanto sole al Sud

colonna Sinistra
Domenica 14 agosto 2022 - 15:46

In arrivo piogge e temporali al Centro-Nord, tanto sole al Sud

Allerta gialla in Liguria, Toscana, Umbria, Marche e settori settentrionali del Lazio

In arrivo piogge e temporali al Centro-Nord, tanto sole al Sud
Roma, 14 ago. (askanews) – Una depressione di origine atlantica transita sull’Europa occidentale e, tra domani e martedì, determinerà un peggioramento al Centro-Nord. In particolare si avranno condizioni di marcata instabilità su parte delle regioni centrali peninsulari, che causeranno rovesci e temporali sparsi, localmente di forte intensità.


Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).



L’avviso prevede dalla tarda mattinata di domani, lunedì 15 agosto, precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale localmente intenso, su Toscana, Umbria, Marche e Lazio, specie sui settori settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.


Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di ferragosto, allerta gialla su Liguria, Toscana, Umbria, Marche e settori settentrionali del Lazio.



Sarà, dunque, un Ferragosto bagnato al Nord e caldo al Sud.


Secondo le previsioni, infatti, è in arrivo una nuova crisi dell’Estate a Ferragosto come non avveniva da anni. Il tempo pienamente bello sarà relegato al meridione, dopo i nubifragi dei giorni scorsi.



Da martedì irromperà dal nordafrica la sesta ondata di calore verso il Centro-Sud con picchi di 40-42°C, localmente anche superiori nelle zone interne delle Isole Maggiori.


Ma non finisce qui. Mentre al Centro-Sud faremo i conti con nuove condizioni afose ed opprimenti, al Nord potremo assistere ad una Rottura dell’Estate più decisa da metà settimana, come accadeva negli anni ’80-’90: sono previsti nubifragi e calo termico da mercoledì con interessamento maggiore dei settori adiacenti alle zone alpine e prealpine. In seguito questa Rottura dell’Estate anticipata potrebbe interessare anche il Centro.


Fino a qualche anno addietro la rottura dell’Estate avveniva quasi sempre a metà Agosto ma negli ultimi anni l’anticiclone ha spesso dominato il tempo italiano con sole e caldo almeno fino alla prima decade di settembre. Quest’anno è iniziato con un’ondata di caldo anomalo per Capodanno, è proseguito con l’assenza delle nevicate in montagna durante l’inverno e con pochissime piogge in primavera e ciò ha fatto si che questo sia, finora, l’anno più secco dal 1800.


Ssa/Gca


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su