Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, finisce a coltellate lite condominiale: arrestato

colonna Sinistra
Venerdì 5 agosto 2022 - 14:25

Roma, finisce a coltellate lite condominiale: arrestato

Intervento dei carabinieri nella zona di Primavalle

Roma, finisce a coltellate lite condominiale: arrestato
Roma, 5 ago. (askanews) – Ha accoltellato la giovane vicina di casa e il fratella della ragazza al termine di una lite condominiale. Per questo un uomo di 48 anni è stato arrestato dai carabinieri per l’accusa di tentato omicidio e lesioni personali aggravate. A carico del soggetto sono anche emersi alcuni precedenti.


I fatti. La notte del 1 agosto – si spiega in una nota – i militari dell’Arma sono intervenuti in un condominio in zona Primavalle dove, una donna di 21 anni aveva chiesto aiuto al 112, denunciando che, al termine di una lite avuta poco prima con un residente del piano superiore, iniziata per futili motivi, era stata accoltellata insieme al fratello.



I carabinieri hanno accertato – si aggiunge – che già in passato c’erano state altre liti tra i due condomini e che in questo caso era stata anche danneggiata la porta dell’abitazione della famiglia della donna, colpita molte volte dall’esterno. In particolare la 21enne, insieme al fratello, va al piano superiore per chiedere spiegazioni ma, secondo quanto denunciato, l’indagato esce dall’appartamento coltello da cunia in pugno e colpisce.


La donna è stata visitata all’ospedale “Cristo Re”, e trattenuta in osservazione per una ferita all’addome, mentre il fratello è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale “San Filippo Neri”, dove è stato visitato e dimesso con una prognosi di 10 giorni. Lui ha una ferita al torace.



Al termine del sopralluogo effettuato dai carabinieri della VII sezione del Nucleo Investigativo di Roma, è stato recuperato e sequestrato un coltello all’interno dell’abitazione del 48enne che si presume sia stato utilizzato per ferire i due fratelli. L’arresto dell’uomo è stato convalidato dall’autorità giudiziaria che ne ha disposto il trasferimento in carcere.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su