Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ruby Ter, i Pm chiedono di condannare Berlusconi a 6 anni. Salvini: basta

colonna Sinistra
Mercoledì 25 maggio 2022 - 17:23

Ruby Ter, i Pm chiedono di condannare Berlusconi a 6 anni. Salvini: basta

L'ex premier è imputato per corruzione in atti giudiziari

Ruby Ter, i Pm chiedono di condannare Berlusconi a 6 anni. Salvini: basta
Milano, 25 mag. (askanews) – Sei anni di reclusione: è la pena chiesta dalla procura di Milano per Silvio Berlusconi nel processo Ruby ter. L’ex premier è imputato per corruzione in atti giudiziari: secondo la pubblica accusa, rappresentata in aula dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Luca Gaglio, avrebbe corrotto con oltre 10 milioni di euro Karima El Marough, la giovane marocchina più conosciuta con il soprannome di “Ruby”, e gli altri ospiti delle serate di Arcore (tra cui parecchie delle cosiddette “olgettine”) poi ascoltati come testimoni nel processo Ruby che si concluse con l’assoluzione definitiva di Berlusconi in Cassazione.


In pratica i magistrati milanesi sono convinti che l’ex premier abbia “comprato” con soldi, case e auto il silenzio delle cosiddette “olgettine” che parteciparono ai festini del “bunga bunga” per spingerle a rendere testimonianze false o reticenti in Tribunale e soprattutto a non rivelare in aula tutti i retroscena più “piccanti” del “bunga bunga” di Arcore. Berlusconi “decise di pagare per il silenzio e per le menzogne” tanto che in cambio “a queste ragazze era stato assicurato che sarebbero state a posto, con un reddito di 2.500 euro mensili e una casa”, ha sottolineato il pm Gaglio in un passaggio della sua requisitoria.



La confisca di 10 milioni e 846 mila euro milioni di euro a Silvio Berlusconi. E’ la richiesta avanzata dal pm di Milano, Luca Gaglio. Secondo la ricostruzione dei magistrati milanesi, la cifra da confiscare equivale all’ammontare delle somme di denaro versate da Berlusconi a favore di Karima el Marough, la giovane marocchina più conosciuta con il soprannome di “Ruby”, delle altre “olgettine” e dei vari ospiti dei festini di Arcore per spingerli a mentire nell’aula del processo Ruby (concluso con la sua assoluzione definitiva in Cassazione) e soprattutto a non rivelare il “bunga bunga” che caratterizzava i dopocena della serate di Villa San Martino. Da qui l’accusa di corruzione in atti giudiziari contestata dalla procura di Milano all’ex premier.


L’unica richiesta di assoluzione è stata presentata per Luca Pedrini, ex portavoce di Nicole Minetti al consiglio regionale della Lombardia. La procura ha poi chiesto una serie 28 confische: non solo di 11 milioni a Berlusconi, di 5 milioni per Ruby e di altri 3 per il suo ex compagno Risso.



Quanto alle olgettine e agli altri imputati che, secondo la procura, vanno condannati, rischiano tutti di vedersi confiscare complessivamente circa 2,7 milioni di euro. Calcolatrice alla mano, supera dunque i 20 milioni di euro il totale delle somme che, secondo la procura di Milano, vanno confiscati agli imputati del processo Ruby ter.


“Altro processo, altra richiesta di condanna per Berlusconi per il caso Ruby. Ma basta, non se ne può più! 12 giugno, con i SI’ ai referendum la giustizia cambia”.Lo scrive Matteo Salvini su Facebook.



fcz/Int2


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su