Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Torino, Fiaip: nel 2021 +31,5% compravendite, prezzi in ripresa

colonna Sinistra
Mercoledì 11 maggio 2022 - 15:10

Torino, Fiaip: nel 2021 +31,5% compravendite, prezzi in ripresa

Transazioni in aumento nel settore commerciale: molti negozi diventano case

Torino, Fiaip: nel 2021 +31,5% compravendite, prezzi in ripresa
Torino, 11 mag. (askanews) – Nel 2021 il mercato immobiliare di Torino e provincia ha registrato 36.860 compravendite, segnando il +31,5% rispetto all’anno precedente. Nella città di Torino si sono concluse 15.224 transazioni, con un aumento del 28% rispetto al 2020, mentre nel resto della provincia l’incremento è stato pari al 34% con 21.636 compravendite. Con lo slancio registrato nelle compravendite, anche i prezzi delle case sono tornati a salire: a Torino i valori hanno segnato un aumento medio dell’1,5%. Lo rileva l’Osservatorio del mercato immobiliare 2021, condotto dagli agenti immobiliari aderenti a Fiaip Torino (Federazione italiana agenti immobiliari professionali).


“Il mercato della casa è ripartito, c’è un boom di compravendite e un ritorno del segno positivo nei prezzi”, commenta Claudia Gallipoli, presidente di Fiaip Torino. “Il +28% di transazioni nel 2021 fa di Torino la terza città d’Italia con il maggior numero di compravendite, dopo Milano e Roma. Un ottimo risultato, non solo rispetto al 2020, ma anche sul 2019. Infatti, nella sola città di Torino l’aumento è stato dell’11% sul 2019, mentre in provincia si è registrato il +27%”.



“Le quotazioni sono in aumento in tutte le zone, anche le periferie, infatti dopo anni in calo, mostrano valori stabili con cenni di aumento”, spiega Luca Portinaro, delegato all’Osservatorio immobiliare. “I valori sono trainati dal centro con il +3,1% ma anche la collina riprende quota, segnando circa il +2%, un’area che incontra i nuovi desideri abitativi: vivere all’aria aperta, vicino al verde, restando però in prossimità della città”, aggiunge.


La provincia vanta nelle compravendite sei punti percentuali in più rispetto a Torino città. “L’aumento è considerevole anche sul 2019 – sottolinea il vice presidente Andrea Franchetto – si registra il +27% rispetto al periodo pre Covid. Oltre le nuove abitudini e un diverso stile di vita, anche i Bonus fiscali legati alla casa hanno dato impulso all’acquisto, permettendo di avviare ristrutturazioni altrimenti costosissime”.



Il settore dei negozi a Torino nel 2021 va in controtendenza rispetto al passato, segnando un +26,6% delle compravendite sul 2020 e il +14% rispetto sul 2019. Complessivamente in Torino e provincia nel 2021, analizzando i dati previsionali, la stima è di arrivare a quota 1.696 negozi compravenduti (di cui 1.023 nella sola città) e di assestarsi sul +33% rispetto all’anno passato e sul +21% rispetto al 2019. “La ripresa del settore non è imputabile unicamente allo stop del settore del 2020- sintetizza Aurelio Amerio, delegato Fiaip – molti negozi, visti i prezzi in calo, sono acquistati per essere convertiti in abitazioni. Succede soprattutto nelle vie interne dei quartieri, in zona Parella, ma anche in aree centrali come in via San Domenico”.


Secondo gli agenti immobiliari associati a Fiaip, il 2022 vedrà un andamento complessivamente migliore rispetto al passato. “È difficile fare previsioni, vista la situazione di incertezza geopolitica e finanziaria attuale”, commenta la presidente Gallipoli. “In questa prima parte del 2022, notiamo una propensione alla casa come bene rifugio. E c’è un calo nelle richieste di mutuo, anche del 20% nel primo trimestre 2022: da una parte diminuiscono le surroghe, dall’altra chi dispone di liquidità trova maggior sicurezza investendo il proprio risparmio nel mattone”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su