Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Delegazione Valle d’Aosta a Roma dal ministro dell’Istruzione Bianchi

colonna Sinistra
Mercoledì 16 marzo 2022 - 15:03

Delegazione Valle d’Aosta a Roma dal ministro dell’Istruzione Bianchi

"Maggiore collaborazione fra istituzioni"

Delegazione Valle d’Aosta a Roma dal ministro dell’Istruzione Bianchi
Roma, 16 mar. (askanews) – Il rapporto fra la scuola valdostana e nazionale, tenendo conto delle particolarità in materia assegnate per la Valle d’Aosta dallo Statuto e dalle norme di attuazione. E’ stato questo uno degli argomenti dell’incontro tra una delegazione composta dal senatore valdostano Albert Lanièce, dall’assessore Luciano Caveri e dalla Sovrintendente agli Studi Marina Fey e il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, al dicastero di Viale Trastevere a Roma.


“Abbiamo posto al ministro una serie di questioni significative, cui il ministro ha risposto non solo con cortesia istituzionale, ma impegnandosi personalmente a una proficua e maggior collaborazione fra istituzioni”, spiega l’sssessore Caveri.



In agenda figura l’inserimento della scuola valdostana nel sistema informatico nazionale noto come Sidi, opportunamente adatto al contesto regionale e al suo bilinguismo su tematiche come la gestione degli alunni, i quadri orari, il curriculum dello studente, gli esiti degli esami di Stato e altre funzioni: una necessità in un’ottica di miglioramento del sistema scolastico e formativo della Valle.


“Altrettanto importante è il tema del reclutamento del personale scolastico. Abbiamo chiesto maggior collaborazione e referenti ministeriali, tenuto conto del particolare stato giuridico dei docenti, per conoscere per tempo le nuove procedure in materia per evitare ritardi negli adempimenti e nel rispetto delle scadenze”, sottolinea l’assessore Caveri.



Fra gli altri punti, sono state sottoposte al ministro le questioni del contenzioso sugli scatti dei precari e del concorso per il personale educativo.


“Abbiamo ribadito anche con esempi concreti il grande e continuo sforzo della scuola valdostana per assicurare livelli di qualità e nuove opportunità agli allievi in un mondo dell’istruzione che deve stare al passo con i tempi”, evidenzia Caveri.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su