Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Swapfiets, le bici con la ruota blu superano i mille abbonati

colonna Sinistra
Martedì 8 febbraio 2022 - 18:45

Swapfiets, le bici con la ruota blu superano i mille abbonati

Domanda in forte crescita dopo l'estate (+44%). Bene le e-Bike

Swapfiets, le bici con la ruota blu superano i mille abbonati
Milano, 8 feb. (askanews) – Si riconoscono per il design tipicamente “dutch” e la ruota anteriore blu. Sono le bici di Swapfiets, il primo servizio di noleggio a lungo termine nato in Olanda nel 2014 e presente in Italia con uno store a Milano nella centrale via Lupetta. Lo scorso autunno, Swapfiets ha raggiunto quota mille abbonati attivi (+44%), complice il ritorno al lavoro e a scuola e la domanda degli studenti universitari stranieri. L’offerta si articola su 4 prodotti tutti con la frenata posteriore a contropedale tipica delle bici olandesi: due bici muscolari, Original e Deluxe 7, e due elettriche, Power 1 e Power 7, con prezzi che vanno da 12,9 euro a 75 euro al mese per l’e-Bike più performante.


Il canone di noleggio include la manutenzione, riparazione o sostituzioni del mezzo entro 48 ore con assistenza sul posto se ci si trova all’interno dell’area di copertura del servizio. Le bici sono dotate di doppio antifurto, catena e blocca ruota, con un’unica chiave. In caso di furto, se la bici è stata legata correttamente, e quindi si è in possesso della chiave, si paga solo una franchigia (per la Power 7 circa 700 euro, 220 se si è in possesso anche della batteria), altrimenti il costo dell’intera bici.



Swapfiets ha invece deciso di sospendere il progetto pilota dei monopattini e dei motorini elettrici a Milano. “Vogliamo focalizzarci sulle bici, dove abbiamo registrato una crescita particolarmente forte dopo l’estate”, spiega Emiliano Treggiari, brand manager Italia e Spagna di Swapfiets che ha escluso per quest’anno l’apertura in altre città italiane. Riguardo la domanda, “la più richiesta è la muscolare Deluxe 7, seguita dalle e-Bike, in particolare la Power 1”, afferma il manager.


A differenziare le due bici elettriche, Power 1 e Power 7 con motore Shimano nel movimento centrale, 3 livelli di assistenza e velocità massima di 25 km/h, sono il cambio e la batteria, in entrambi i casi rimovibile con chiave: la Power 7 ha un cambio a 7 rapporti nel mozzo posteriore e una batteria da 500 watt per un’autonomia di circa 140 km, mentre la Power 1 è mono marcia con batteria da 400 watt (80 km di autonomia), è più leggera (26kg contro 30kg) e si carica in meno tempo (4 ore contro 7,5 ore).



Il telaio delle bici è in alluminio mentre gli pneumatici antiforatura sono adatti ad asfalto, ghiaia e pavé. Abbiamo provato entrambe le bici elettriche percorrendo un centinaio di km con ciascuno dei due modelli. La Power 1 monomarcia è il mezzo più adatto a muoversi in una città pianeggiante come Milano e l’autonomia di 80 km è più che sufficiente a coprire le distanze giornaliere. La Power 7, grazie al cambio, invece è ideale su percorsi con dislivelli. Entrambi i modelli comunque svolgono bene il loro compito e permettono di usare la bici come mezzo di trasporto quotidiano, decidendo in base all’assistenza quanta faticare per mantenersi in forma.


L’attenzione all’ambiente di Swapfiets non si limita alla fornitura dei servizi di micromobilità. Entro il 2025 il gruppo olandese punta a realizzare biciclette 100% circolari e riciclabili e per centrare l’obiettivo ha siglato una partnership con l’azienda italiana Vittoria per la fornitura, la manutenzione e il riciclaggio degli pneumatici.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su