Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, botta e risposta M5D-Pd su Villa Lazzaroni: nessun taglio

colonna Sinistra
Mercoledì 19 gennaio 2022 - 16:25

Roma, botta e risposta M5D-Pd su Villa Lazzaroni: nessun taglio

Pd: consigliere M5S assente, avremmo letto il testo insieme

Roma, 19 gen. (askanews) – Scontro M5S-Pd sui finanziamenti nel Bilancio previsionale 2022-2024 di Roma Capitale destinati all’area verde Villa Lazzaroni nel quartiere Appio. “Il Pd continua a togliere fondi a tutto ciò che è verde e vivo, mettendo in pericolo anche Villa Lazzaroni – hanno denunciato, in una nota congiunta, Così in una nota congiunta Daniele Diaco, consigliere capitolino M5S e vicepresidente della commissione Ambiente, con Emanuel Trombetta, capogruppo M5S del Municipio VII -. A questo polmone verde del Municipio VII la giunta Gualtieri ha deciso di ‘rubare’ oltre tre milioni di euro dal bilancio (3,030,000 euro, per la precisione) per destinarli ad altro. Come se ci fosse qualcosa di più importante di un’oasi per le famiglie nel mezzo di un’area ad alta urbanizzazione come l’Appio-Tuscolano, un parco di interesse ambientale e storico”. “Non solo – secondo il M5S – è l’ennesimo passo indietro rispetto alla svolta green voluta dall’Amministrazione Raggi: è un inaccettabile sabotaggio del Pd ai danni dei romani e della loro salute”. “Un investimento concreto, messo nero su bianco a pagina 90 del piano investimenti di Roma Capitale, per Villa Lazzaroni nel Municipio VII. Non c’è nessun passo indietro della Giunta Gualtieri, come leggiamo da qualche incauto comunicato stampa dell’opposizione – è la replica del Pd capitolino affidata a Erica Battaglia, consigliera comunale dem e presidente della Commissione Cultura e Lavoro di Roma Capitale, e Marco Poli capogruppo Pd del Municipio VII -. C’è semmai, e finalmente, quella trasparenza di cui Roma aveva bisogno. Quando si dice che sono stati stralciati oltre 3 milioni di euro dal Bilancio, che stiamo approvando in questi giorni, per il rifacimento della Villa, si dimentica di dire che quei fondi in Bilancio non sono mai esistiti in concreto. Non ci sono mai stati. Sono stati semmai reiteratamente inseriti negli anni precedenti nel Dup, Documento Unico di Programmazione, che nulla ha a che fare con il testo di Bilancio dove vengono invece inseriti i denari concreti da spendere”. “Questi fantomatici 3 milioni di cui si straparla – contrattaccano dal Pd – sono stati inseriti per anni nel Dup come desiderata senza mai procedere alle progettazioni utili per avviare gli interventi e senza mai renderli reali investimenti di bilancio. Spiace constatare peraltro l’assenza oggi in Consiglio comunale di chi ha lanciato questo allarme su Villa Lazzaroni: avremmo proposto una lettura insieme di pagina 90 del piano investimenti dove appunto sono inseriti nero su bianco denari reali per evitare, come successo in questi anni, che Villa Lazzaroni continui ad essere così trascurata. Spiace veramente. E spiace ancor di più che si inganni la popolazione su dati tecnici che un consigliere comunale dovrebbe come minimo conoscere”, concludono dal Pd.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su