Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Toscana, Giani: via libera all’assunzione di 174 infermieri

colonna Sinistra
Venerdì 14 gennaio 2022 - 20:56

Toscana, Giani: via libera all’assunzione di 174 infermieri

In corso di autorizzazione altri arrivi

Roma, 14 gen. (askanews) – “Abbiamo dato il via libera all’assunzione di 174 infermieri nel Sistema sanitario regionale; 129 a tempo indeterminato e 45 a tempo determinato”. Ad annunciarlo è il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. E’ stato il direttore della sanità regionale, Federico Gelli, ad autorizzare le aziende sanitarie locali a farlo.


Così Estar, l’Ente di supporto tecnico-amministrativo regionale, ha potuto trasmettere alle Aziende Asl e alle Aziende ospedaliero universitarie i nominativi degli infermieri che sono ai primi posti della graduatoria approvata nel giugno dello scorso anno.



Si tratta di 64 nominativi che verranno assunti dall’Azienda Usl Toscana Centro, di 80 che rinforzeranno l’organico dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest e di 30 che lavoreranno per l’Azienda ospedaliero universitaria pisana.


Sono in corso di autorizzazione altre assunzioni di infermieri professionali in altre aziende del Sistema sanitario regionale.



“Si tratta – aggiunge il presidente Eugenio Giani – di rispondere positivamente alla giusta esigenza di rinforzare gli organici per sopperire alle assenze dovute alla pandemia e per rispondere con forze nuove ai ritmi di lavoro aumentati a causa della pressione che sta interessando da molto tempo i nostri ospedali. Abbiamo deciso di farlo non con un provvedimento episodico o con soluzioni tampone, ma con scelte strutturali che, ne sono sicuro, serviranno a rinforzare la qualità e l’intensità dei servizi offerti ai pazienti. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i circa 50.000 operatori della sanità toscana per ciò che hanno fatto, stanno facendo e continueranno a fare per garantire a tutti le migliori cure”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su