Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ostia, Lista Calenda e M5S all’attacco di Gualtieri su Roma-Lido

colonna Sinistra
Giovedì 13 gennaio 2022 - 18:26

Ostia, Lista Calenda e M5S all’attacco di Gualtieri su Roma-Lido

Ferrara(M5S): presentata mozione urgente in Assemblea

Roma, 13 gen. (askanews) – Attacco simultaneo alla Giunta Gualtieri sulla qualità del servizio della Roma-Lido da parte della Lista Calenda e dell’M5S. Questa mattina Francesco Carpano, consigliere del Gruppo Lista Civica Calenda, ha viaggiato con i pendolari della Roma Lido e ha filmato un mini-reportage di quella che definisce “Odissea Roma Lido: 4 treni su 7, una corsa ogni 24 minuti, caos e assembramento. Disattese in buona parte le promesse dell’assessore Patanè”. “Fin dalla campagna elettorale – spiega Carpano – il gruppo Calenda Sindaco chiede la gestione integrale della linea al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Le decisioni della Regione, ad oggi, non hanno portato vantaggi e soluzioni agli utenti, non possiamo più aspettare”. La linea ferroviaria che collega la capitale al suo litorale, “più volte vincitrice del Premio Caronte come peggiore linea ferroviaria d’Italia – ricorda in una nota anche Paolo Ferrara, consigliere capitolino del M5S e vicepresidente dell’Assemblea capitolina -, continua inesorabilmente la sua corsa nel vuoto. Le promesse di Eugenio Patanè, assessore alla Mobilità della giunta Gualtieri, fatte durante il consiglio straordinario di Ostia rimangono chiacchiere al vento. Purtroppo i treni promessi tardano ad arrivare: il bello è che l’unica cosa che i dem sono in grado di fare è prendersela con chi lavora all’interno di Atac”. “Lo abbiamo chiesto a gran voce – continua Ferrara – ma questa maggioranza non intende mettere sui binari i nuovi convogli e non vuole spostare alcun treno sulla linea per mitigare i disagi. Proprio per questo ho protocollato una mozione urgente ex art. 58 che chiederò che venga discussa con urgenza in Assemblea Capitolina; se vogliono continuare ad affrontare il tema con leggerezza ci mettano la faccia in Aula e votino contro le richieste di buonsenso”, conclude.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su