Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lazio, il sindaco di Albano sui rifiuti delusi da Gualtieri

colonna Sinistra
Giovedì 13 gennaio 2022 - 12:34

Lazio, il sindaco di Albano sui rifiuti delusi da Gualtieri

"Siamo amareggiati per la scelta del sindaco di Roma"

Roma, 13 gen. (askanews) – “Per la prima volta siamo stati ricevuti dalla città metropolitana, eravamo dieci sindaci del bacino per un tavolo tecnico durato circa due ore alla presenza del sindaco Gualtieri, mentre la Raggi non ebbe nemmeno la buona creanza di fare una telefonata o avere un minimo di confronto. Poi però ne siamo rimasti delusi e profondamente amareggiati per la decisione presa”. Così il sindaco di Albano, Massimiliano Borelli, intervistato dal programma Gli Inascoltabili in onda su New Sound Level fm90. “Nessun ridimensionamento delle proteste anzi noi siamo sul piede di guerra perché non cambia il nostro giudizio sulla scelta di Roma Capitale di scaricare i problemi sui territori della provincia. E’ una beffa – sottolinea – per territori virtuosi come il nostro nella raccolta differenziata, trovarci Roma che scarica il ‘tal quale’ quindi rifiuti indifferenziati all’interno di una buca che doveva essere chiusa già da tempo e che ovviamente non può essere a servizio della Capitale trovandosi in un territorio già degradato e contaminato, ci sono dei dati che lo confermano. Le nostre battaglie continueranno anche a livello legale, ma è necessario ragionare con i sindaci dei territori per trovare delle soluzioni alternative a quanto Roma ci sta facendo subire. Siamo territori virtuosi e non possiamo accettare che qualcuno decida passando sulle nostre teste per le inefficienze e incapacità che sono imputabili esclusivamente alla politica romana” dice. “Abbiamo chiesto alla Regione Lazio un tavolo tecnico che deve portare a capire esattamente l’inquinamento della zona da dove proviene e allo stesso tempo deve portare alla bonifica vera, seria e definitiva di quel sito perché non ne possiamo più. Non si può più sostenere – conclude – una situazione ambientale che non preveda una bonifica a breve medio termine dell’intera area. La discarica va chiusa e va portato avanti un processo di bonifica”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su