Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Lavoro, Fim Cisl: inaccettabile tragedia di Melfi

colonna Sinistra
Sabato 18 dicembre 2021 - 21:38

Lavoro, Fim Cisl: inaccettabile tragedia di Melfi

"Basterebbero interventi per rendere più sicure quelle strade"

Roma, 18 dic. (askanews) – “È inaccettabile morire dopo un turno di lavoro”. Così affermano in una nota il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano, e il segretario della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista, in merito alla morte della donna a Melfi investita da un pullman questa mattina intorno alle 5.30 nella zona industriale, dopo aver finito il turno di lavoro. “Una morte assurda – si spiega – che poteva essere forse evitata con interventi di messa in sicurezza dell’area industriale. Sono anni che come Fim Cisl chiediamo un intervento immediato delle autorità competenti per rendere sicura tutta la strada che costeggia le aziende dell’indotto Stellantis. La scarsa illuminazione delle strade e degli attraversamenti pedonali, per raggiungere le fermate dei bus e la mancanza di dissuasori a ridosso delle strisce pedonali, sono un mix di fattori che mette quotidianamente a rischio la vita delle lavoratrici e dei lavoratori che circolano a piedi per entrare e uscire dalle fabbriche. Basterebbero alcuni piccoli interventi per rendere più sicure quelle strade. Non si può uscire dopo una notte di lavoro e morire in questo modo. Facciamo per l’ennesima volta appello alle istituzioni affinché mettano in sicurezza con tutti gli interventi necessari l’area industriale di Melfi. Interventi di messa in sicurezza che andrebbero fatti in tutte le aree industriali del nostro Paese”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su