Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Unica, un concerto per chiudere le celebrazioni dei 400 anni

colonna Sinistra
Martedì 7 dicembre 2021 - 11:36

Unica, un concerto per chiudere le celebrazioni dei 400 anni

Dopodomani al Conservatorio di Cagliari con musiche di Morricone

Cagliari, 7 dic. (askanews) – Dopodomani, giovedì 9 dicembre a partire dalle 19 nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari si terrà il concerto conclusivo degli eventi di celebrazione del quarto centenario dell’Università degli Studi di Cagliari. L’evento, fortemente voluto dal Rettore Francesco Mola e dal Direttore Generale Aldo Urru, rappresenta la “Per la specialissima ricorrenza di questa sera – scrivono gli organizzatori – abbiamo pensato di festeggiare proponendo musiche diverse – nel suono, nella provenienza, nei significati, nei valori culturali e così via – e affidandole alla rilettura di affermati artisti sardi conosciuti e apprezzati in tutta Europa e nel resto del mondo. Artisti la cui alta qualità musicale si basa espressamente su un solido background culturale maturato nell’isola natia”.


Il programma della serata, con voce narrante di Ambra Pintore, vedrà sul palco di Piazza Porrino l’esibizione dell’Orchestra da Camera della Sardegna diretta dal Maestro Simone Pittau, dei Tenore Supramonte di Orgosolo, dei 400th Blues Quintet (Mauro Mulas, Gavino Murgia, Francesco Piu, Gavino Riva e Daniele Russo, artisti diversi insieme per l’occasione) e dell’Ambra Quartet.



L’Orchestra da Camera della Sardegna eseguirà musiche di Ennio Morricone e di Benjamin Britten: “La scelta delle musiche di Ennio Morricone – si legge nel libretto della serata – è motivata dal particolare legame del nostro Ateneo con il maestro romano.


A lui, infatti, nel 2000, l’Università di Cagliari ha conferito la Laurea Honoris Causa in Lingue e Letterature Straniere, un titolo di cui si riporta fosse particolarmente orgoglioso”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su