Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, ok unanime Assemblea a mozione contro violenza sulle donne

colonna Sinistra
Giovedì 25 novembre 2021 - 13:11

Roma, ok unanime Assemblea a mozione contro violenza sulle donne

Gualtieri in Aula, alle 17.30 accoglie giocatrici Roma e Lazio

Roma, 25 nov. (askanews) – L’Assemblea Capitolina, in apertura della nella seduta odierna, ha approvato all’unanimità la mozione a prima firma della consigliera di Sce e presidente della commissione capitolina Pari Opportunità Michela Cicculli che reca impegni per il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e la sua Giunta in occasione della 22esima Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il sindaco era presente in Aula Giulio Cesare al momento del voto e interverrà ancora in Aula Giulio Cesare alle 17.30, quando arriveranno in Aula le le giocatrici delle squadre femminili dell’AS Roma e della SS Lazio. Subito dopo è prevista l’accensione dell’illuminazione color rosso di Palazzo Senatorio.


La capogruppo Pd Valeria Baglio ha spiegato che “a sostegno della mozione che all’unanimità è stata presentata oggi in Assemblea capitolina per la giornata del 25 novembre contro la violenza contro le donne, i consiglieri di maggioranza hanno indossato delle mascherine con sopra scritto ‘stop alla violenza sulle donne”. Anche la presidente Pd dell’Assemblea Capitolina Svetlana Celli ha indossato la mascherina ‘antiviolenza’.



Il dispositivo della mozione approvato dall’Assemblea Capitolina prevede l’impegno per Gualtieri e la sia Giunta di “promuovere con efficacia e rapidità, e nelle forme che riterranno opportune, la discussione, condivisione e approvazione d un intervento cittadini per il contrasto alla violenza sulle donne, per il sostegno dei percorsi di autonomia economica delle donne nella città di Roma che preveda l’apertura di luoghi di accoglienza a disposizione dei centri antiviolenza”.


La mozione impegna, ancora, l’esecutivo capitolino a “favorire la costruzione di un dialogo tra gli organi politici, i referenti amministrativi competenti di Roma Capitale, i centri antiviolenza, le associazioni per il contrasto alla violenza di genere, il mondo della scuola, della formazione e del lavoro, della ricerca, dell’imprenditoria femminile, al fine di contrastare la violenza di genere, rendendo sempre più ampio il sostegno alle donne che escono da situazioni di violenza e più fitta la rete di collaborazione con i centri antiviolenza, comunali e non, per la piena applicazione della convenzione di Istanbul”.



Accantonato “dopo una accalorata discussione in conferenza dei capigruppo – ha riferito la capogruppo capitolina della Lega in Aula, Simonetta Matone – la proposta avanzata dal consigliere Fi-Udc Marco Di Stefano di istituire un Garante capitolino per le donne e i bambini vittime di violenza. Non per esercitare un bieco potere di controllo sui Centri antiviolenza comunali – ha spiegato Matone – ma per un aiuto, anche alla luce dei dati che vogliono che sia l’accesso ai fondi sia alle opportunità offerte dallo Stato sia molto difficile per le strutture della nostra città. Ne riparleremo in commissione Pari opportunità e Affari sociali”, ha concluso Matone.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su