Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Högsta (ICAN): generare consapevolezza su minaccia armi nucleari

colonna Sinistra
Sabato 13 novembre 2021 - 16:10

Högsta (ICAN): generare consapevolezza su minaccia armi nucleari

"Fiero di lavorare con Senzatomica partner ICAN"

Högsta (ICAN): generare consapevolezza su minaccia armi nucleari
Roma, 13 nov. (askanews) – “Portare avanti la campagna per il disarmo nucleare richiede un approccio creativo e diversificato. Dobbiamo affrontare la questione da diversi punti di vista. Coinvolgendo le amministrazioni comunali con l’ICAN Cities Appeal possiamo incoraggiare i politici locali e i sindaci a fare pressione sul Governo perché ratifichi il TPNW; questo farà anche aumentare la consapevolezza sul fatto che l’uso delle armi nucleari avrebbe come obiettivo principale le aree urbane”. È quanto dichiara in una nota Daniel Högsta, coordinatore dell’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (ICAN) premio Nobel per la Pace 2017.


E riguardo all’incontro al festival della Pace di Brescia con la viceministra Marina Sereni racconta: “Sono molto grato di aver avuto l’opportunità di parlare con la viceministra Sereni e della sua franchezza sulla questione. Abbiamo parlato della speranza che ICAN ripone nell’Italia nel partecipare come Stato osservatore alla prima conferenza degli Stati parti del TPNW il prossimo marzo a Vienna”.



Daniel Högsta parla dei prossimi appuntamenti italiani con le amministrazioni locali: “Le autorità locali sono cruciali per il successo del TPNW. Troppo spesso le armi nucleari sono tenute ad un livello astratto e avvolte nella segretezza dai governi nazionali. La responsabilità che i Comuni hanno di proteggere i loro cittadini è una responsabilità che ho scoperto essere presa molto seriamente dagli amministratori e mi congratulo per la posizione che stanno prendendo nel chiedere al Governo nazionale di aderire al Trattato. Dal momento che esiste uno strumento quale il TPNW, sostenuto fortemente dalle amministrazioni locali – prosegue – il governo ha la responsabilità di rispondere sul perché ritenga ancora accettabile l’esistenza delle armi nucleari.


Stiamo cambiando lentamente ma in modo costante le politiche relative alla questione e presto sarà molto più difficile per i governi come l’Italia giustificare il proprio coinvolgimento nelle armi di distruzione di massa, invece di essere coraggiosi e rompere quel legame a favore di una strategia di sicurezza progressiva, etica e moderna, che vede nei principi umanitari il proprio fulcro”.



“Sono molto fiero di lavorare con Senzatomica partner di ICAN – conclude il coordinatore dell’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (ICAN) – che sta portando avanti un lavoro straordinario nel generare consapevolezza riguardo alla minaccia delle armi nucleari attraverso una ricerca incentrata sulla pace e sull’educazione al disarmo. Incontreremo la Vicesindaca di Firenze Alessia Bettini e l’Assessora della Regione Toscana Alessandra Nardini e terremo un evento online con gli attivisti per dialogare insieme sull’importanza del TPNW e dei suoi passi successivi”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su