Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • De Corato: insufficienti e confuse le nuove norme sui monopattini

colonna Sinistra
Mercoledì 10 novembre 2021 - 17:16

De Corato: insufficienti e confuse le nuove norme sui monopattini

Assessore lombardo: scriverò al ministero per avere un chiarimento

De Corato: insufficienti e confuse le nuove norme sui monopattini
Milano, 10 nov. (askanews) – “Oggi entra in vigore la modifica del Codice della strada: tutti, è inutile negarlo, attendevano misure più stringenti come casco e assicurazione per l’utilizzo del monopattino, ma alla fine, forse cedendo alla pressione delle lobby contrarie a queste misure, tutto ciò che è stato imposto è la freccia e il doppio freno”. E’ quanto ha dichiarato l’assessore alla sicurezza stradale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, sottolineando che “nelle ultime 24 ore a Milano, Areu ha ricevuto dieci richieste di soccorso per incidenti con i monopattini, che dal 1 giugno 2020 scorso ad oggi sono stati complessivamente 848”.


De Corato ha poi aggiunto che “a causa di una stesura, come spesso accade nelle leggi, confusa ed interpretabile, i monopattini potranno circolare sulle Provinciali e sulle Statali. Infatti, nel testo precedente si leggeva: ‘i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica possono circolare esclusivamente su strade urbane con limite di velocità di 50 km all’ora, nelle aree pedonali, su percorsi pedonali e ciclabili, su corsie ciclabili, su strade a priorità ciclabile, su piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata ovvero dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi”. “In quello da oggi in vigore – ha continuato – è stato modificato il comma 75 terdecies rendendo possibile la circolazione dei monopattini ‘dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi’”.



“Equiparando il monopattino ai velocipedi, in teoria, questi potranno circolare su strade ancora più insidiose rispetto a quelle urbane come denuncia l’Associazione di sicurezza stradale Asaps” ha proseguito l’assessore, annunciando che “domani stesso scriverò al ministero delle Infrastrutture per avere un chiarimento”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su