Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Padova, Presentato da Stefano Boeri masterplan aree stazione

colonna Sinistra
Martedì 12 ottobre 2021 - 18:50

Padova, Presentato da Stefano Boeri masterplan aree stazione

Riguarda sia il lato centro storico che il lato Arcella

Padova, 12 ott. (askanews) – Si è svolto questa mattina a Palazzo Moroni un incontro illustrativo del Masterplan relativo alla rigenerazione urbana del quadrante ferroviario centrale della stazione di Padova, sviluppato dall’ architetto Stefano Boeri e dal suo staff guidato dall’architetto Corrado Longa. nell’ ambito del più complessivo incarico di redazione del Piano degli Interventi, ricevuto dal Comune di Padova.


Il Masterplan, più nel dettaglio, riguarda l’ambito della stazione sia lato centro storico che lato Arcella, le aree di proprietà delle Ferrovie immediatamente ad est dell’attuale fabbricato viaggiatori e quelle limitrofe conosciute come ex IFIP e ex PP1. All’incontro hanno partecipato, accompagnati dai rispettivi staff, l’architetto Stefano Boeri, il sindaco Sergio Giordani, l’assessore all’urbanistica e alla mobilità Andrea Ragona, l’ingegner Giuseppe Romeo direttore investimenti area Nord Est di RFI, Umberto Lebruto, Amm. delegato di FS Sistemi Urbani, Agostino Candeo, per la proprietà dell’ area ex IFIP, Alberto Baggio e il professor Gino Zucchi per Parco Antenore srl proprietario della maggior parte area dell’ area ex PP1 e Fabio Bui, Presidente della Provincia di Padova che possiede anch’essa una piccola porzione dell’ area ex PP1.



Obiettivo dell’incontro, condividere tra tutti i soggetti interessati, la visione e gli obiettivi che l’Amministrazione, attraverso il Masterplan sviluppato dall’ architetto Stefano Boeri e confrontarsi sulle opportunità che offre. Questo quadrante della città è interessato nei prossimi anni da progetti di grande importanza: pensiamo alla linea del tram est ovest, alla realizzazione delle nuove aule universitarie di Ingegneria in Fiera, e sempre in Fiera la nuova Arena della Musica, della nuova Questura alla Stanga, per ricordarne solo le principali, e sarà interessata – finalmente- dal passaggio dei binari dell’Alta Velocità Milano-Venezia, con la relativa realizzazione di una nuova stazione e di un nuovo Cavalcavia Borgomagno. E’ del tutto evidente quindi la necessità di un coordinamento e di una condivisione degli obiettivi, tra tutti i soggetti pubblici e privati interessati a questo enorme processo di riqualificazione urbana.


(Segue)



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su