Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Roma, Cgil-associazioni: il 7 ottobre riparta dialogo sociale

colonna Sinistra
Martedì 5 ottobre 2021 - 16:15

Roma, Cgil-associazioni: il 7 ottobre riparta dialogo sociale

All'incontro anche Landini: il Governo non ci ascolta

Roma, 5 ott. (askanews) – Giovedì prossimo, 7 ottobre, la Cgil e molti enti, associazioni e reti del civismo attivo e delle organizzazioni civiche e sociali si incontreranno nel Parco di Piazza Vittorio a Roma per discutere insieme del futuro del Paese. L’appuntamento è previsto a partire dalle ore 15.30 e si chiuderà con un dibattito a cui, dalle ore 18, parteciperà tra gli altri il segretario generale della Cgil Maurizio Landini. La pandemia, spiegano i promotori, “oltre a minacciare la salute e la vita delle persone, ha cambiato gli stili di vita e le relazioni tra le persone, ha colpito l’economia reale e il lavoro”. “Non si può guardare al futuro con gli occhi rivolti al passato”, aggiungono. “Riteniamo grave l’assenza di una discussione pubblica sul Pnrr – sottolineano gli organizzatori -, le cui risorse andrebbero declinate per il miglioramento della qualità della vita e del lavoro delle persone, per orientare in senso democratico il cambiamento tecnologico, per garantire una transizione ecologica fondata su uno stretto rapporto tra giustizia sociale e ambientale. La mancanza di un dialogo sociale e l’assenza di un adeguato sistema di monitoraggio richiesti tra l’altro dall’Unione Europea, destano preoccupazione proprio in relazione alle modalità con cui verranno indirizzate le azioni del Piano sia a livello Nazionale che locale. Questa discussione pubblica vogliamo avviarla con questo importante appuntamento”. Obiettivo di fondo della giornata del 7 ottobre è “dare un segnale forte al Governo e alla politica rispetto alla richiesta ad aprire, con urgenza, un grande dibattito nel Paese al fine di consentire una partecipazione democratica al confronto non solo sul PNRR, ma anche sull’insieme delle altre risorse che saranno utilizzate nei prossimi mesi”. Tra le organizzazioni coinvolte, Actionaid, Anpi, Arci, Fairwatch, Terra!, Auser, Banca Etica, Cittadinanzattiva, Cnca Federconsumatori, Forum italiano dei movimenti per l’acqua, Forum disuguaglianze e diversità, Greenpeace, Sbilanciamoci, Libera, Wwf e molte altre ancora.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su