Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa Francesco: mi volevano morto, preparavano il Conclave

colonna Sinistra
Martedì 21 settembre 2021 - 14:37

Papa Francesco: mi volevano morto, preparavano il Conclave

Positivo al Covid un arcivescovo che ha detto messa col Pontefice

Papa Francesco: mi volevano morto, preparavano il Conclave
Roma, 21 set. (askanews) – “Ancora vivo. Nonostante alcuni mi volessero morto. So che ci sono stati persino incontri tra prelati, i quali pensavano che il Papa fosse più grave di quel che veniva detto. Preparavano il conclave. Pazienza! Grazie a Dio, sto bene. Fare quell’intervento chirurgico è stata una decisione che io non volevo prendere: è stato un infermiere a convincermi. Gli infermieri a volte capiscono la situazione più dei medici perché sono in contatto diretto con i pazienti”. Lo ha detto Papa Francesco nella conversazione a porte chiuse avuta con 53 confratelli gesuiti durante il viaggio papale a Budapest e Bratislava (12-15 settembre), riportata dal direttore di Civiltà Cattolica, padre Antonio Spadaro, e pubblicata dal quotidiano La Stampa. Intanto si è saputo che l’arcivescovo metropolita greco-cattolico di Presov, in Slovacchia, Jan Babjak, è risultato positivo al test per il Covid-19. L’arcivescovo è stato in contatto con il Papa durante la sua visita in Slovacchia della scorsa settimana.


Secondo Michal Pavlisinovic, portavoce dell’arcidiocesi di Presov, l’arcivescovo ha solo lievi sintomi: “Ha solo un raffreddore e brividi, non è niente di grave”, ha detto Pavlisinovic a World of Christianity. “Sabato 18 settembre, l’arcivescovo Jßn Babjak si è sottoposto a un test RT-PCR per la presenza di Covid-19 ed è risultato positivo. L’arcivescovo è andato subito in quarantena nella sua casa, è vaccinato e ha solo lievi sintomi “, ha detto Pavlisinovic.



Secondo un portavoce dell’arcivescovo, sono stati informati anche tutti i vescovi che potrebbero essere stati in contatto con Babjak. “È stato consigliato loro di sottoporsi a test preventivi”, ha aggiunto il portavoce. Secondo TV Markíza, l’arcivescovo sarebbe stato contagiato dopo il contatto con un vescovo positivo proveniente dalla Grecia, incontrato al Congresso eucaristico internazionale di Budapest.


Secondo il portavoce della KBS Martin Kramar, i vescovi che sono stati in contatto con l’arcivescovo non devono ancora andare in quarantena. “La quarantena vale per i non vaccinati. Tutti i vescovi sono stati vaccinati, tutti sono stati informati di aver avuto contatti con i positivi”, ha detto a World of Christianity un portavoce dei vescovi.



Anche il Vaticano è stato informato della notizia, perché Babjak è stato a contatto con il Pontefice in diverse occasioni durante la visita in Slovacchia, anche durante la liturgia con rito bizantino celebrata il 14 settembre.


Int2/Int5/Dmo



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su